Vaccino day, ecco la task force

Continuano le sedute programmate di vaccinazioni contro il meningococco C secondo le modalità organizzative che prevedono coinvolti in prima linea i professionisti del dipartimento di prevenzione, delle cure primarie, delle direzioni ospedaliere e i medici di famiglia e pediatri di libera scelta, che ormai quasi nella totalità hanno aderito volontariamente alla campagna di vaccinazione (per saperne di più, potete leggere l’intervista all’assessore regionale alla salute Stefania Saccardi che potete ritrovare qui).

Per fronteggiare le numerose richieste, è stata organizzata inoltre una giornata dedicata interamente alla vaccinazione, senza l’obbligo di prenotazione, contro il meningococco C per il 27 febbraio.

Pertanto sabato 27 febbraio si terrà un’apertura straordinaria degli ambulatori per le vaccinazioni nelle sedi di Nottola, Campostaggia, Abbadia San Salvatore e la sede del dipartimento di prevenzione del Ruffolo a Siena, con orario continuato dalle 9 alle 17, aperta a tutti i residenti dagli 11 anni in poi e agli studenti domiciliati per motivi di studio.

E’ necessario presentarsi muniti di tessera sanitaria e, se disponibile, del libretto delle vaccinazioni, e, nel caso di studenti fuori sede, di un documento che attesti l’iscrizione all’Università.

Nell’attesa del proprio turno sarà possibile anche attivare la tessera sanitaria come carta nazionale dei servizi e come fascicolo sanitario, in modo tale che anche la registrazione della vaccinazione possa confluire nel proprio fascicolo sanitario elettronico.

La somministrazione del vaccino contro il meningococco C è gratuita per i nati dal 1971 al 2005. Dai 45 anni in su è possibile effettuare la vaccinazione in co-pagamento con un ticket di Euro 45,52. Si ricorda che i minori di 18 anni potranno sottoporsi a vaccinazione solo se accompagnati da un genitore o da un tutore legale.

Anche i medici di famiglia e pediatri stanno vaccinando regolarmente e le 5 mila dosi di vaccino ordinate per far fronte agli appuntamenti del mese di febbraio sono tutte distribuite tra gli ambulatori dei medici e quelli del dipartimento di prevenzione.

In questo momento è importante ricordare che, fortunatamente, la situazione epidemiologica nella nostra provincia non presenta alcun caso e che già circa 10.000 ragazzi della fascia di età fra 11 e 20 anni sono stati vaccinati su un popolazione target di 18500 soggetti. Gli adulti che si sono già vaccinati sono invece circa 2500.

E’ inoltre fondamentale distinguere fra vaccinazione contro il meningococco C, già offerta gratuitamente ai ragazzi dagli 11 ai 20 anni e da pochi giorni estesa anche agli adulti fino ai 45 anni di età, e vaccinazione contro il meningococco di tipo B che viene offerta gratuitamente solo ai nuovi nati a partire dal 2014 ed è invece soggetta al pagamento del ticket per tutti i bambini nati in precedenza e per gli adulti. Infatti in questo momento l’emergenza in Toscana è per il numero di casi che si sono verificati da meningococco C, mentre il numero dei casi di meningococco B rientrano nel normale andamento stagionale.
Si ricordano, infine le modalità di prenotazione per la vaccinazione contro il meningococco C. E’ possibile prendere appuntamento in uno dei punti di vaccinazione dell’azienda sanitaria territoriale oppure rivolgersi direttamente al proprio medico di famiglia o al pediatra di libera scelta.

Streptococcus

I recapiti attivi per le prenotazioni sono:
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
Zona Valdelsa 331 1704575, dalle ore 11.00 alle ore 13.00
Zona Senese 0577 536671, dalle ore 9.00 alle ore 11.00
Zona Valdichiana 0577 535441, dalle ore 9.00 alle ore 11.00
Zona Amiata Val d’Orcia 0577 782360, dalle ore 9.00 alle ore 11.00

Tutte le informazioni saranno aggiornate sulla pagine facebook della ex Usl7 di Siena “meningococco C – Asl7 Siena” e sul sito www.usl7.toscana.it