Un gruppo di pagine e parole

Si incontrarono in un bar del centro, in Pantaneto. Era successo tutto molto per caso, come spesso accade: la voglia di scrivere, la passione per il romanzo e per la lettura, la sfida di un’opera propria, una casa editrice lontana. Il destino è buffo quando ci mette lo zampino, sia lui che lei erano stati mossi dalla curiosità di vedere quale fosse la linea del viso dell’altro, un’altra persona, sconosciuta, che partendo da Siena aveva compiuto lo stesso, singolare percorso.
Sembra l’incipit di un romanzo ma, se lo fosse, sarebbe una storia vera. Perché è proprio da qui che, agli inizi della primavera scorsa, è partita l’avventura degli ‘scrittori senesi’, gruppo di appassionati delle parole che in pochi mesi hanno raggiunto oltre 70 iscritti. Anzi no, non si può dire perché non parliamo di un’associazione. Qui non ci sono quote associative, sedi, scopi di lucro. E’ solo un movimento determinato da pagine e parole, da frasi e poesia, cultura alla portata di tutti, aperta a chiunque: “una realtà spontanea, nata dalla volontà di fare qualcosa insieme e di condividerlo con altri”. La racconta così Massimo Granchi, fondatore del gruppo insieme a Silvia Roncucci. E insomma, l’idea ha avuto successo: “La presentazione è stata nella Sala delle Lupe di palazzo pubblico, di lì un crescendo di idee e condivisioni a dimostrazione che quando qualcosa parte dal basso, in modo sano, funziona. Nessuno di noi paga nulla, ciò che riusciamo a fare avviene quasi come ‘scambio’ di competenze – spiega Granchi – ci troviamo una volta al mese nei locali del Cral Monte dei Paschi che ci viene gentilmente messo a disposizione e qui ognuno porta le proprie idee o condivide dubbi, chiede opinioni e suggerimenti. Un confronto divertente e costruttivo che in questi mesi ci ha portato ad avere il patrocinio del Comune e dell’Unesco Siena per tante iniziative che abbiamo fatto e che faremo”.

IMG_4026

Dalla collaborazione con altre forme di arte – pittura e scultura in primis – fino agli spazi riservati ai titoli del gruppo nelle librerie senesi ma anche nei bar che accolgono l’angolo culturale e ad una casa editrice che appoggia le inziaitive – è un crescendo di eventi e iniziative per gli oltre 70 membri del gruppo che spaziano dalla saggistica ai libri per l’infanzia, alla narrativa, alla cucina, senza distinzioni di età, sesso, posizione sociale o idee politiche. Già pianificati eventi con l’università e con l’università per stranieri, già presente nelle iniziative di Confesercenti inerenti a Girogustando per gli spazi culturali, nei prossimi giorni verrà pubblicato il bando per la prima edizione del premio ‘Città di Siena’ (già annunciato, aperto a partecipazioni da tutta Italia sia per opere inedite che edite, con comitato tecnico e giuria di spessore) su www.concorsiletterari.it e per qualsiasi informazione si possono contattare gli scrittori su [email protected]

Katiuscia Vaselli