Il Rinascimento protagonista de “L’altRa stagione”: sabato visita guidata al Tempio di San Biagio

L’arte e la cultura sono le vere protagoniste del weekend della Toscana del sud. Ritornano gli eventi di L’altRa stagione per godere, attraverso un più intimo e raccolto senso di bellezza, delle opere del nostro territorio .Lontana dai mesi estivi, dai numerosi viaggiatori, L’altRa stagione trova una più alta espressione spirituale dell’arte e dell’ambiente naturale in un territorio da sempre immagine dell’Italia nel mondo, la Toscana ed in particolare quella del sud. San Gimignano, Colle Val d’Elsa, Siena, San Giovanni d’Asso, Montepulciano, Pienza, Montalcino, Sant’Antimo e Cortona aprono i propri musei, le proprie chiese ed i loro luoghi più identitari alla volontà dei visitatori che amano viaggiare e osservare la bellezza attraverso un punto di vista diverso da quello offerto dalla già conosciuta stagione dei grandi flussi di primavera e d’estate.

Siena

L’Opera della Metropolitana di Siena, con l’organizzazione di Opera – Civitapropone, per domenica 26 gennaio, alle 16 nella Sala delle Statue del Museo dell’Opera, un nuovo appuntamento de ‘Il Duomo dei Senesi’ con IL SALONCINO – UN TE’ ALL’OPERA. La conferenza: ‘Le leggi contro il lusso a Siena dal Medioevo al Seicento’ sarà a cura di Maria Assunta Ceppari Ridolfi e Patrizia Turrini e, come consuetudine, precederà una degustazione di tè da tutto il mondo. l giorno precedente, Sabato 25 gennaio alle  15, con OPA KIDS – PERCORSI DIDATTICI NEL COMPLESSO DEL DUOMO DI SIENA , progetto rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 ed i 12 anni, il ‘Duomo dei Senesi’ propone:  Un giorno al museo,  una visita didattica  finalizzata a far conoscere ai bambini il Museo dell’Opera, il suo itinerario espositivo e la storia dell’edificio che lo ospita. Tutti gli eventi sono a numero chiuso, si raccomanda la prenotazione: Siena: 0577/286300 – [email protected]

San Gimignano

Sempre nella stessa giornata, sabato 25 gennaio alle 15 , si terrà, inoltre, il  laboratorio didattico per i più giovani, all’interno del percorso espositivo Hinthial – L‘Ombra di San Gimignano, al Museo Archeologico, appunto,  di San Gimignano. Durante il laboratorio, della durata di un’ora e mezza, i ragazzi potranno, oltre essere accompagnati alla visita della mostra, realizzare una propria idea di figura ‘offerente’, ritraendola nell’atto di donare. Il progetto didattico, creato per fasce di età, offrirà l’opportunità di approfondire la cultura degli antichi etruschi, rimodellandola, a livello pratico, sul contemporaneo concetto di offerta votiva e di donazione. Tutti gli eventi sono a numero chiuso, si raccomanda la prenotazione: San Gimignano: 0577/286300 – [email protected]sangimignanomusei.it

Tempio  di San Biagio

Il percorso prevede uno spazio temporale che si snoda lungo cinque secoli di storia che hanno inizio con Toto di San Biagio, il quale assistette al miracolo del 23 aprile 1518, per concludersi nella restaurata Canonica antistante la chiesa con Harvard che, a metà del XX secolo, ha riprodotto il famoso loggiato di Tommaso Boscoli, unitamente allo scenario poliziano, nel cortile della più prestigiosa università statunitense. Grazie ad una lettura non soltanto storica ma anche artistica e teologica, saremo immersi nella spiritualità rinascimentale dove l‘uomo era il centro dell’universo perché creato a immagine e somiglianza di Dio. Attraverso la lettura della pietra – rigorosamente in travertino locale – e la conseguente lettura delle tele e degli affreschi presenti, non sarà difficile cogliere l‘aspetto mariano dell’edificio voluto dalla comunità poliziana e affidato alla nobile maestria di Antonio da Sangallo il Vecchio, il più famoso tra gli architetti del tempo. Tutti gli eventi sono a numero chiuso, si raccomanda la prenotazione: Montepulciano: 0577/286300 – [email protected]