A Siena c’è L’altRa stagione: un inverno di arte e iniziative in tutta la provincia

musica-classica-Montepulciano

In un territorio a vocazione turistica è difficile, spesso, godersi fino in fondo la bellezza e l’unicità dei luoghi e dei paesaggi ed ecco perché nasce l’idea de L’altRa stagione. Un periodo dell’anno in cui la forma dei luoghi e dei paesaggi si manifesta attraverso un più intimo e raccolto senso di bellezza. Lontana dai mesi estivi, dai numerosi viaggiatori, L’altRa stagione trova una più alta espressione spirituale dell’arte e dell’ambiente naturale in un territorio da sempre immagine dell’Italia nel mondo, la Toscana ed in particolare quella del sud. San Gimignano, Colle Val d’Elsa, Siena, San Giovanni d’Asso, Montepulciano, Pienza, Montalcino, Sant’Antimo e Cortona aprono i propri musei, le proprie chiese ed i loro luoghi più identitari alla volontà dei visitatori che amano viaggiare e osservare la bellezza attraverso un punto di vista diverso da quello offerto dalla già conosciuta stagione dei grandi flussi di primavera e d’estate. Le colline del Chianti, le collezioni artistiche e monumentali dei borghi toscani, l’unicità di Siena, le Crete senesi e la Val d’Orcia diventano l’ambiente ideale entro cui L’altRa stagione prende forza attraverso eventi, mostre, visite guidate, degustazioni che, da a novembre a marzo, prenderanno vita all’interno delle sedi museali del territorio. La Toscana del sud fino al 25 marzo 2020, si presenta come una delle alternative alle più comuni offerte invernali e valorizza i propri tesori con tutti quei vantaggi che l’alta stagione difficilmente può offrire: tariffe agevolate, approfondimenti culturali, partecipazione a visite tematiche, conferenze, assaggio di prodotti tipici, momenti musicali e corsi di formazione.

Cortona

Dall’antichità la contemporaneo passando dal Medioevo al Rinascimento. Cortona si racconta in quattro appuntamenti che abbracciano una arco di tempo che parte dall’epoca etrusca per arrivare ai giorni nostri. Si concluderà il 22 Febbraio 2020, alle 11 con l’approfondimento Non omnis moriar. Sulle tracce di Gino Severini. I cartoni del pittore futurista nel Museo Diocesano di Cortona. Tutte le visite  guidate – tematiche, si svolgeranno all’interno del Museo Diocesano di Cortona e potranno essere prenotate scrivendo una mail a  cortona@operalaboratori.com o telefonando al numero 0577 286300

 

Colle Valdelsa

Colle Alta Musei propone una serie di visite tematiche che illustreranno il territorio colligiano e la sua storia con focus sui capolavori conservati all’interno della collezione permanente del Museo San Pietro. Colle val d’Elsa, una città fatta fatta ad arte, è questo il titolo di una serie di incontri, promossi dal Comune di Colle val d’Elsa o organizzati da Opera – Civita. Il ciclo si concluderà sabato 14 marzo quando alle 15:30 Romano Bilenchi verrà ricordato attraverso lo studio delle opere a lui dedicate in Un amico di nome Romano.Tutte le visite tematiche, con l’organizzazione di Opera – Civita, si svolgeranno all’interno del Museo San Pietro e potranno essere prenotate scrivendo una mail a [email protected] o chiamando al numero 0577/286300

San Gimignano

Sarà sabato 25 gennaio a partire dalle 15.30 la prima visita guidata all’esposizione  Hinthial – L’ombra di San Gimignano, mostra che rimarrà fruibile ai visitatori fino al 31 maggio 2020. L’esposizione  racconta la scoperta avvenuta nel 2010 a Torraccia di Chiusi durante i lavori di ristrutturazione di un edificio privato. Fu infatti trovata una statua di bronzo raffigurante una figura maschile risalente circa alla prima metà del III secolo a.C. che richiama, visivamente, la celebre “Ombra della sera“ di Volterra.Tutte le visite guidate ed i laboratori didattici, con l’organizzazione di Opera – Civita, si svolgeranno all’interno del Museo Archeologico di San Gimignano e potranno essere prenotate scrivendo una mail a [email protected] o telefonando al numero 0577 286300

 

Montepulciano

Per L’altRa stagione , ilTempio di San Biagio e le Opere Ecclesiastiche Riunite di Montepulciano, con l’organizzazione di Opera – Civita, promuovono tre visite guidate dal titolo Harmonia Mundi: da Toto di San Biagio ad Harvard.Ii percorso prevede uno spazio temporale che si snoda lungo cinque secoli di storia che hanno inizio con Toto di San Biagioil quale assistette al miracolo del 23 aprile 1518, per concludersi nella restaurata Canonica antistante la chiesa con Harvard che, a metà del XX secolo, ha riprodotto il famoso loggiato di Tommaso Boscoli, unitamente allo scenario poliziano, nel cortile della più prestigiosa università statunitense. Grazie ad una lettura non soltanto storica ma anche artistica e teologica, saremo immersi nella spiritualità rinascimentale dove l’uomo era il centro dell’universo perché creato a immagine e somiglianza di Dio.Per informazioni sulle visite guidate e per il concerto d’organo scrivere una mail a [email protected] o telefonare al numero 0577 286300.

Siena

Tanti eventi per potere conoscere tutta la bellezza della nostra Cattedrale e creare un vero e proprio salotto di arte, parole e cultura. Dopo il successo di pubblico delle passate edizioni, il Cda dell’Opera della Metropolitana di Siena, in collaborazione con Opera – Civita, promuove anche nel 2020 “Il Duomo dei Senesi”, un cartellone di eventi che intende offrire ai cittadini momenti di approfondimento culturale fatti di incontri, visite guidate, conferenze su temi che gravitano attorno al magnifico complesso monumentale della Cattedrale. Opa Kids – PERCORSI DIDATTICI NEL COMPLESSO DEL DUOMO DI SIENA, rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 ed i 12 anni è al terzo appuntamento. Per sabato 25 gennaio, sempre alle  15, Un giorno al museo con l’obiettivo di far conoscere ai bambini il Museo dell’Opera, il suo itinerario espositivo e la storia dell’edificio che lo ospita. Il 15 febbraio, ultimo appuntamento, alle 15, con L’immagine di Maria nell’arte un percorso finalizzato a  far conoscere l’importanza della figura di Maria Vergine all’interno del patrimonio artistico del Complesso del Duomo di Siena e della devozione popolare.Risvegli d’arte – IL PAVIMENTO D’INVERNO,  lezioni guidate che mirano ad approfondire alcune tematiche “illustrate” nel celebre tappeto marmoreo. Le lezioni, suddivise in quattro date, a cura di vari studiosi, 1 febbraio, Anna Maria Romaldo: Ipsum tuum cognosce deum: dalla Sibilla Delfica alla Sibilla Tiburtina; 15 febbario, Sabrina Pirri: La Sibilla Cumana dall’antichità a Eliot.“Il Saloncino – Un tè all’Opera”. In queste occasioni sarà possibile, assistere a conferenze inerenti specifici argomenti relativi alla storia del Complesso Monumentale e degustare pregiati tè provenienti da tutto il mondo in un’atmosfera che richiamerà i circoli culturali inaugurati da Vittorio Alfieri proprio all’interno del Museo dell’Opera. Il Saloncino si svolgerà nella Sala delle Statue del Museo dell’Opera a partire dalle 16 e affronterà i seguenti temi:9 febbraio,  Enzo Mecacci condurrà: “Il fantasma di Goffredo ed altre curiosità nei manoscritti della sacrestia del Duomo” . Come ultimo appuntamento, domenica 23 FEBBRAIO, Maura Martellucci con “Santa Maria di mezzagosto: le feste politico – religiose per il culto dell’Assunta”. “Il Duomo dei Senesi” è un programma di eventi culturali che vuole avvicinare il pubblico senese alla propria Cattedrale in un periodo dell’anno in cui la minor affluenza turistica ne garantisce una più tranquilla ed emotivamente coinvolgente partecipazione.  Tutti gli eventi sono a numero chiuso, si raccomanda la prenotazione al 0577 286300 oppure scrivendo una mail a [email protected]