Robur, l’assessore Benini sceglie il sarcasmo: “Siamo in buone mani”

Un leggero tono di sarcasmo che diventa evidente in quel “live rammarico” per “non aver avuto la possibilità di incontrare i nuovi acquirenti…”. E sono quei tre punti, messi lì non per caso, nel breve comunicato per commentare la cessione del pacchetto di maggioranza di Robur Siena, che raccontano lo stato d’animo dell’assessore allo sport Paolo Benini. Dopo le voci di questo pomeriggio relative alla cessione della società bianco nera, arriva la risposta di  Benini che, con sarcasmo, esprime alcune perplessità al riguardo dei presunti acquirenti.

“Ricevo segnalazioni sul passaggio delle quote di maggioranza della società Robur Siena. Questo certo rasserena me e certo immagino l’ambiente – scherza Benini -. Il fatto che altri superino l’offerta economica fatta dagli altri acquirenti da me inviati alla presidente mi rassicura enormemente dal punto di vista della loro solidità. Siamo quindi in buone mani. Il tifo può sentirsi anch’esso rassicurato. Non ho dubbi che la presidente, che ha manifestato il suo grande impegno e la sua grande capacità ed esperienza nel calcio in questi anni, abbia saputo scegliere il meglio. Un lieve rammarico di non avere ancora avuto la possibilità di incontrare i nuovi acquirenti… e per questioni di forma e anche di sostanza”.

La cessione delle quote di maggioranza della Robur Siena è molto vicina, ancora la presidente Durio non ha reso pubblico il nome dell’acquirente ma tutte le strade sembrano portare a Diego Foresti.