Qualcosa di nuovo

Economia, cultura, società. Lo abbiamo immaginato così perché vorremmo che diventasse la vetrina del nostro territorio sul mondo. Forse perché di autoreferenzialità ne abbiamo vista abbastanza e questi nostri luoghi meritano di più, forse perché abbiamo voglia di trasmettere la bellezza delle piccole cose, quelle di ogni giorno, quelle che fanno grande la nostra realtà.

Così abbiamo intrapreso un’avventura, convinti che avesse ragione Paulo Coelho quando scriveva che ‘Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni’. Abbiamo messo insieme giornalisti e aspiranti tali, scrittori, fotografi, imprenditori, senesi e persone che amano questa terra, giovani che hanno voglia di farsi conoscere e personaggi della città che tutti conoscono e che hanno molto da dire. Metteremo insieme storie, vita, tradizioni, leggende, quotidiano e straordinario ma sempre con l’occhio (e la penna) attenti a cogliere i dettagli, i colori, i sorrisi, le emozioni, i sogni. Questo nuovo Siena News non ha la pretesa di essere un quotidiano perché non faremo cronaca e nemmeno politica. Noi racconteremo la vita dei nostri luoghi, della gente, di tutto ciò che rende davvero unico questo lembo di Toscana così gentile e bello. Lo faremo correndo il rischio di vivere, aprendo una nuova porta a quanti vorranno entrare. Lo faremo condividendo ogni giorno le notizie principali della città, della Toscana e del resto del mondo, le notizie di economia, scienza e tecnologia andando a scoprire le realtà che molte volte sono note a livello internazionale ma non conosciute qui. Lo faremo soprattutto regalando una selezione, un’esperienza in più da godere attraverso percorsi inattesi, nascosti, dimenticati. Lo faremo dando voce a tutti quelli che vorranno raccontarci qualcosa (c’è un magazine per le vostre storie, per la narrativa e per le vignette). Ma l’economia di questo territorio si racconterà anche nel ‘il bello e il buono’, rubrica che metterà in gioco i cinque sensi attraverso viaggi particolari, e nella cultura. In particolare la cultura popolare. Perché proprio qui, nella cultura popolare, sono le nostre radici e non c’è da inventarsi nulla per richiamare attenzione. Solo raccontare senza banalità la bellezza, semplice e genuina, che ci appartiene.

Il sito è nuovo, i colori sono d’impatto e di passione, di coraggio, di attenzione: il rosso fragola e il rosso marsala. Il giorno in cui abbiamo deciso di uscire al pubblico non è scelto a caso. Oggi, 29 aprile, si celebra la patrona d’Italia e d’Europa: Santa Caterina da Siena. Confidiamo che questo sia un buon augurio sul nostro lavoro, e speriamo che anche David Rossi, pioniere quando volle Siena News nel 1996, guardi – ovunque sia –  con benevolenza a questa idea. Che ha la sola pretesa di essere un gesto d’amore per il nostro territorio. E per tutti quelli che credono in noi.

K.

Tags