Management del patrimonio culturale, parte a Siena il master per futuri operatori del settore

Scadranno il 28 febbraio del 2020 le iscrizioni per il Master di II livello in Management del Patrimonio Culturale (link qui) organizzato dal dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici e dal dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università di Siena sotto la direzione del professor Angelo Barba. Sostenuto dal comune di Siena e da Opera-Civita.

L’obiettivo è quello di formare operatori del settore culturale particolarmente competenti negli aspetti aziendali e giuridici correlati alla gestione del patrimonio culturale. Le figure professionali di riferimento sono rappresentate dal personale delle istituzioni culturali, dai ruoli amministrativi e manageriali per la gestione e valorizzazione dei beni culturali, dai giuristi e dagli operatori del mercato dell’arte, dai consulenti per il settore della cultura. Il Master fornirà, quindi, ai partecipanti elevate competenze tecnico-scientifiche necessarie per gestire professionalmente progetti culturali che spazino dal contesto locale a quello internazionale grazie ad un approccio interdisciplinare che coinvolge tre macro-aree formative di riferimento: aziendale, giuridica, archeologica e storico-artistica.

L’approccio interdisciplinare permette di imparare a gestire progetti culturali che spazino dal contesto locale a quello internazionale ma è proprio sulla collaborazione tra i vari enti che tutelano i beni che il Master pone particolare attenzione .Le lezioni del Master si svolgeranno al Complesso didattico di San Francesco e le sedi degli enti convenzionati e prenderanno avvio nel marzo 2020, per un totale di 12 mesi, di cui 9 mesi d’aula e 3 mesi di stage. Le ore in aula si articoleranno in 12 ore di lezione frontali a settimana, tendenzialmente distribuite in tre fine settimana al mese, cui si aggiungono due settimane full-time (30 ore di lezione a settimana), una all’inizio ed una alla fine del corso.

Le ore di didattica sono impartite da docenti universitari, nonché da esperti provenienti da qualificate istituzioni culturali che possono proporre ai partecipanti l’analisi ragionata di casi-studio tratti dalla realtà operativa. Sono disponibili un numero massimo di 20 posti, di cui 5 riservati a soggetti designati dagli enti convenzionati e comunque rispondenti ai criteri di selezione del bando di partecipazione al presente Master.  La quota di partecipazione ordinaria è pari ad 5mila euro, mentre esiste anche una quota ridotta di 3mila euro riservata a 5 partecipanti identificati dagli enti convenzionati.

Per maggiori informazioni: tel. +30 0577 235940/41/42/46

mapac@unisi.it

mapac.unisi.it

Per info e booking strutture ricettive e di accoglienza: [email protected]