L’agenda di Siena News – ‘Sotto lo stesso cielo’ Fms fa tappa a Rapolano Terme

Sabato 26 settembre

‘Eterno presente, musica, arti visive’. Alla Pinacoteca Nazionale appuntamento con la musica

Appuntamento alla Pinacoteca Nazionale di Siena con l’arte e con la musica. Un’iniziativa tra le bellezze artistiche e con la musica dell’Istituto Rinaldo Franci. Si inizierà alle 19.30, a salire sul palco saranno Emanuele De Luca al violino; Leonardo Voltan al violoncello; Carlo Luigi Pennisi all’oboe; Francesco De Luca alla chitarra. Il programma della serata prevede musiche di Bach, Paganini, Bozza, Regondi, Takemitsu, Dyens. Informazioni utili. Per conoscere tutte le attività del Conservatorio Rinaldo Franci di Siena è possibile consultare il sito www.istitutofranci.com, seguire la Pagina Facebook <https://www.facebook.com/istitutofranci/>, il profilo Instagram <https://www.instagram.com/istitutorinaldofranci/> e Twitter.

Scipione e Ghismunda, iniziano le visite guidate alla Pinacoteca Nazionale

Si inizia con un mese ricco di cultura, per un passaggio tra a arte e storia. Le guide di Federagit Confesercenti Siena ci condurranno tra le bellezze artistiche del XVII secolo ospitate alla Pinacoteca Nazionale di Siena a Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla.  La visita alla collezione si snoderà tra i sontuosi saloni e le tele esposte, scoprendo così un patrimonio artistico raramente visibile; durerà un’ora circa, con ritrovo il sabato mattina alle ore 10:30 presso il Palazzo Chigi alla Postierla (Via del Capitano 1, Siena). Il costo di partecipazione è di otto euro (gratis per i bambini fino a 10 anni), osservando le misure di prevenzione (dettagli su: https://bit.ly/scoperte-nocovid). Per la partecipazione è obbligatoria la prenotazione su bit.ly/prenotascoperte<http://bit.ly/prenotascoperte>; altre info via Tel/WhatsApp (3348418736) o E-mail ([email protected]<mailto:[email protected]>).

 “XX settembre 1870 a Siena. Le ragioni politiche e morali della presa di Roma a 150 anni dalla breccia di Porta Pia”

L’evento si terrà alle 18 alle Logge del Papa. Dialogheranno con il pubblico Raffaele Ascheri, presidente della Biblioteca comunale degli Intronati e Gerardo Nicolosi, professore associato di storia contemporanea dall’Università di Siena.

Rapolano: serata sotto le stelle al Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio

Storie di stelle e musei” promosso in collaborazione con Museum’s Angels – Fondazione Musei Senesi e l’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena (Simus). L’appuntamento inizierà alle 21 con il ritrovo dei partecipanti presso il Museo, dove è previsto il saluto dell’amministrazione comunale e l’intervento di Alessandro Marchini, direttore dell’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena (Simus), che illustrerà le carte astronomiche prima di spostarsi al telescopio allestito nella piazza adiacente il Teatro “G. Verdi” per osservare il
cielo. In caso di maltempo, l’evento proseguirà all’interno del Museo della Grancia senza l’osservazione esterna al telescopio. Informazioni. L’evento è a ingresso libero ma è richiesta la prenotazione contattando il numero 0577-723210 oppure l’indirizzo mail angeli_anticagran[email protected].

Comunità del cibo, per uno sviluppo condiviso e sostenibile

Un momento di condivisione alla casa della Cultura di Torrita di Siena, per un convegno che si concentrerà sull’importanza del cibo e dell’ambiente. Appuntamento alle 10.30.

Domenica 27 settembre

Castellina: astronomia e archeologia al tumulo etrusco di Montecalvario

il Museo Archeologico del Chianti senese di Castellina in Chianti ospiterà l’appuntamento inserito nella manifestazione “Sotto lo stesso cielo, storie di stelle e musei” promossa dalla Fondazione Musei Senesi in collaborazione con l’Osservatorio astronomico dell’Università di Siena. L’evento prenderà il via alle ore 21 con il ritrovo dei partecipanti presso il Museo, in Piazza del Comune, per poi spostarsi a piedi verso il Tumulo di Montecalvario, sepolcro etrusco che sorge a meno di un chilometro dal centro storico e dalla Rocca medievale che ospita la struttura museale. La partecipazione è gratuita ma è richiesta la prenotazione per garantire il rispetto delle norme anti Covid-19. Per informazioni e prenotazioni, è possibile contattare il Museo Archeologico del Chianti Senese, in Piazza del Comune 17/18, al numero 0577-742090 oppure all’indirizzo mail [email protected].

Il castello di Monteriggioni si tuffa nel medioevo

nel Castello dalle 10 alle 20. L’appuntamento chiuderà il ricco cartellone di eventi che ha
animato per tutta l’estate Piazza Roma, nel cuore della cinta muraria, e le frazioni di Monteriggioni e richiamerà lo spirito della tradizionale festa medievale rinviata lo scorso luglio a causa delle restrizioni legate al
Covid-19. Per l’intera giornata, il Castello farà da cornice alla rievocazione di antichi mestieri, accampamenti militari, musici, figuranti e artisti di strada che si esibiranno nelle vie e nelle piazze accompagnando il pubblico
nell’atmosfera medievale. L’evento è organizzato dall’associazione culturale L’Agresto con il patrocinio del Comune di Monteriggioni e la collaborazione della società Monteriggioni AD 1213 e dell’Associazione Amici del Castello. L’ingresso è gratuito e sarà consentito nel rispetto delle misure anti Covid-19. Per informazioni, è possibile contattare l’Ufficio turistico di Monteriggioni al numero 0577-304834 e all’indirizzo di posta elettronica [email protected].

A San Galgano la presentazione del “Quaderno del nulla e altri testi”

A novant’anni dalla morte di Dina Ferri il Comune di Chiusdino ricorda la sua concittadina illustre Dina Ferri, primonovecentesca “potessa pastora” precocemente scomparsa, autrice di un libro di versi e prosa intitolato “Quaderno del nulla”, la cui prima edizione risale al 1931. Lo fa con un evento scandito in due parti: la presentazione del volume “Quaderno del nulla e altri testi” di Dina Ferri pubblicato in occasione della ricorrenza anniversaria dalla Casa editrice Le Lettere e uno spettacolo di canzoni popolari della tradizione toscana. L’evento inizierà alle 17, nella splendida cornice dell’abbazia di San Galgano.