La vecchia Tia va in pensione e al suo posto arriva la Tares. Informazioni a domicilio

Poggibonsi

La vecchia Tia va in pensione e al suo posto arriva la Tares, Tributo istituito dal Governo italiano con Decreto 201 del 2011 su tutto il territorio nazionale.
In vista della scadenza della prima rata, il 16 agosto, l’Amministrazione ha inviato al domicilio dei cittadini alcune informazioni accompagnate da una lettera del Sindaco. “Per aiutarli – dice il Sindaco – a districarsi in una normativa che è sempre molto complessa e in perenne mutamento. Deve essere chiaro che la Tares, istituita dal Governo, sostituisce completamente la Tariffa di Igiene Ambientale e quindi il pagamento del servizio rifiuti per cui non ci sono quindi costi aggiuntivi”.

In base a quanto stabilito dal Governo la Tares (che sta per Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi Indivisibili) andrà a coprire anche i servizi chiamati ‘indivisibili’ e per questo sarà applicata una maggiorazione di 0,30 centesimi al mq che i cittadini verseranno direttamente allo Stato a dicembre. Tutte le informazioni sono contenute nel materiale inviato a domicilio, con anche le modalità di applicazione del tributo e le date dei pagamenti da effettuarsi in tre rate di cui l’ultima a dicembre.

La Legge inoltre prevede che vi sia una dichiarazione Tares che, a Poggibonsi, per quanto previsto dal Regolamento deve essere presentata soltanto da chi non ha mai presentato la dichiarazione TIA.

Tutte le informazioni sono pubblicate anche sul sito Internet del Comune nella sezione “tariffe e tributi”. Resta inoltre sempre a disposizione l’ufficio tributi: 0577.986357- 340, [email protected], orario di apertura: il lunedì e il venerdì dalle 10 alle 13,30 e il giovedì dalle 15 alle 18.

 

Tags