Green Pass, Renzi: “Metodo giusto, chi ha dubbi sui vaccini se li tenga a casa sua”

Renzi fa tappa a Siena per presentare il suo nuovo libro “Contro corrente”, inevitabile il commento sulla situazione di Siena visto l’avvicinarsi delle elezioni per le suppletive 2021 in cui Italia Viva appoggia il segretario nazionale Pd, Enrico Letta. “Per quanto riguarda la vicenda del Monte dei Paschi – dice Renzi  – la colpa è da attribuire a un certo D’Alema, io l’ho sempre ribadito anche in tempi non sospetti, anche nel 2012 quando chiusi la mia campagna elettorale a Rocca Salimbeni. Adesso mi fido di Draghi e delle sue scelte, sicuramente ha più competenza di me in materia”.

Non manca anche un commento sul Green Pass, dopo che il governo Draghi ha approvato l’obbligo nei posti di lavoro sia pubblici che privati. Una decisione che ha suscitato diverse polemiche soprattutto nei confronti della destra, Lega e Fratelli d’Italia in primo luogo, e di alcuni sindacati.

“Io mi fido della scienza – continua il leader di Iv – mi fido di persone come Rino Rappuoli che sta facendo un ottimo lavoro qua a Siena con lo sviluppo dei monoclonali. Dal momento in cui l’unica arma che abbiamo per lottare il Covid-19 sono i vaccini è giusto che sia inserito l’utilizzo del Green Pass. Come per guidare abbiamo bisogno di un foglio rosa chiamato patente, allo stesso modo abbiamo bisogno del Green Pass per svolgere le nostre attività e viaggiare in un momento di emergenza sanitaria. Trovo che sia un metodo giusto e approvo la decisione di Draghi, chi ha dei dubbi sui vaccini stia a casa, io mi sono stancato di tornare sui balconi di casa a cantare Sono un italiano”.

Niccolò Bacarelli