Dal Bernini alla musica della Chigiana fino a Dante: la seconda edizione di Si Siena omaggia i linguaggi dell’arte

Dante, Federigo Tozzi, Alessandro Fo, Diego Fusaro, Gian Lorenzo Bernini ed il teatro La Pergola di Firenze. La seconda edizione del Festival “Si Siena” omaggia le varie sfaccettature della cultura e lo fa con tanti eventi e protagonisti, danza, poesia, omaggi all’arte, spettacoli e conferenze.

La kermesse, un linguaggio tra cielo e terra, come la definiscono in conferenza, accompagna i visitatori nei gioielli della nostra città: dentro la maestosa Cattedrale e nello splendido Museo dell’Opa, nella Loggia della Mercanzia, nella Chiesa di Sant’Agostino, nel Teatro dei Rinnovati. “Questo è il nostro sì alla bellezza e alla vita – commenta il direttore artistico dell’iniziativa Davide Rondoni– Il festival è in una città dove sono le opere d’arte ad osservare noi”. Si Siena è un evento di Comune di Siena in collaborazione con l’Accademia Chigiana, Opera della Metropolitana, l’associazione Centro storico città di Siena e l’organizzazione dell’Accademia dei Silenti.

Tanti gli ospiti del festival: ci sarà, per esempio, la scrittrice armena Antonia Arslan per una lettura del V canto del Purgatorio di Dante; Cristiano Godano, cantante dei Marlene Kuntz, e la BandaDante omaggeranno ancora il Sommo Poeta con musica e parole; Galatea Ranzi, grande attrice italiana, porterà una lettura scenica dedicata alla poesia di Emily Dickinson; ci sarà il filosofo Diego Fusaro che presenta il suo libro “Golpe globale – Capitalismo terapeutico e gran reset”; la presidente di FacilityLife, Mariuccia Teroni, in dialogo e il poeta Alessandro Fo parleranno dei nuovi linguaggi tra umanesimo e tecnologia. Questi sono solo alcuni degli appuntamenti.

 

 

Parlando d’arte non si può ricordare che, nei giorni della kermesse, ci sarà l’occasione imperdibile per potere ammirare la magnifica “Rosa d’oro” di Gian Lorenzo Bernini, che sarà esposta nella sala del Tesoro del Museo dell’Opa e a cui sarà dedicato l’incontro con la studiosa e saggista d’arte Claudia Gualdana e lo scultore di ‘emblemi’ Cristiano Carotti in dialogo con la poetessa e scrittrice Flaminia Colella.

Ma “Si è Siena” è anche musica con il concerto di giovedì 23 settembre, alle 21, nella chiesa di Sant’Agostino, che sarà un omaggio al compositore Tigran Mansurian e alle radici della tradizione musicale del suo popolo. Mansurian, uno dei più importanti compositori armeni, sarà fatto scoprire attraverso una selezione di opere che saranno eseguite da un ensemble della Chigiana.

A Gian Lorenzo Bernini è dedicato l’evento di chiusura di “Sì Siena il linguaggio tra terra e cielo”: in Duomo domenica 26 settembre alle  21, il concerto del coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini”, con musiche che spazieranno tra composizioni rinascimentali e barocche. In collaborazione con l’Accademia Chigiana di Siena.

Infine ci saranno anche due Passeggiate d’autore, fatte insieme a toscanalibri.it: “Dall’aia si vedeva Siena”, viaggio nei luoghi cari a Federigo Tozzi e “Provenzano, Pia e la Diana”, l’itinerario incentrato su tre citazioni ‘senesi’ nella Divina Commedia.

“Abbiamo messo insieme tutte le eccellenze del territorio – sottolinea Marco Paglialunga, presidente dell’Accademia dei Silenti – . L’idea è che questa manifestazione possa crescere insieme ad altri enti che rappresentano la ricchezza culturale della città”. Per l’assessore alla cultura Sara Pugliese invece “il festival è caratterizzato dal linguaggio perché a Siena è nata la lingua italiana. La dedica a Dante, padre della nostra lingua,  non è casuale quindi – spiega – e si intreccia bene anche con le iniziative su Federigo Tozzi”.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, a numero chiuso con prenotazione obbligatoria sui siti www.accademiadeisilenti.it, www.toscanalibri.it. Per informazioni scrivere a [email protected] Sarà garantito il rispetto delle misure anti covid e in ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (rif. D.L. del 23 luglio 2021), l’accesso alle iniziative sarà consentito solo agli utenti in possesso della Certificazione verde covid-19 (Green Pass) in corso di validità.Per informazioni e prenotazioni [email protected] o chiamare il n. 0577/391787.