Contributi a integrazione degli affitti, domani il nuovo bando del Comune

In pubblicazione all’Albo pretorio online da lunedì 24 giugno, e per trenta giorni, il Bando per l’assegnazione dei contributi ad integrazione dei canoni di locazione relativamente al periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2019.

Possono partecipare i residenti nel Comune di Siena, in possesso di un contratto di locazione, regolarmente registrato, per un alloggio adibito ad abitazione principale.

Successivamente, in applicazione dei criteri fissati dalla Regione Toscana, si provvederà alla formazione di una graduatoria in cui i soggetti richiedenti, saranno collocati nelle fasce “A” o “B” sulla base dei seguenti parametri economici. In fascia “A” valore ISE uguale o inferiore a 13.338,26 euro e incidenza del canone annuo sul valore ISE non inferiore al 14%; in fascia “B” valore ISE compreso tra 13.338,27 e 28.684,36 euro e  incidenza del canone annuo sul valore ISE non inferiore al 24% – valore ISEE non superiore a 16.500 euro.

Le domande di partecipazione al Bando dovranno essere compilate unicamente sui moduli predisposti dal Comune di Siena, disponibili sia all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Palazzo Berlinghieri, Piazza del Campo, 7/8), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17, sia sul sito istituzionale all’indirizzo http://www.comune.siena.it – seguendo il percorso: IL COMUNE – SERVIZI –  PATRIMONIO E POLITICHE ABITATIVE – BANDI E GRADUATORIE.

Le istanze, debitamente compilate, sottoscritte e munite della copia fotostatica di un documento di riconoscimento in corso di validità, potranno pervenire o con consegna diretta all’Ufficio Protocollo (Palazzo Pubblico, Piazza del Campo,1), o tramite raccomandata postale  A.R. indirizzata al Comune di Siena, Piazza del Campo 1 – entro il giorno 23/7/2019; in tal caso farà fede il timbro dell’Ufficio Postale.

Si potranno inviare anche a mezzo posta certificata (PEC) all’indirizzo [email protected]; in questo caso la domanda sarà accettata solo se inviata da una casella di posta elettronica certificata e solo in caso di apposita identificazione e corrispondenza dell’autore della domanda con il soggetto identificato con le credenziali PEC, oltre che in caso di sottoscrizione apposta in formato elettronico (firma digitale).

Ulteriori informazioni possono essere richieste al Servizio Patrimonio e Politiche Abitative (Casato di Sotto, 23), al numero 0577/292277.