Autunno a Montalcino è assaporare i silenzi e i sapori del territorio: con “InChiostro” cultura, sport e anima vibrano nel Tempio del Brunello

Cultura, arte, spiritualità, scoperta del territorio, sport e enogastronomia: questa, ed altro ancora, è l’offerta di ‘InChiostro’, l’ultimo progetto di valorizzazione dell’oro di Montalcino, organizzato insieme all’arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino, insieme al comune di Montalcino, con l’ideazione e l’organizzazione di Opera laboratori. Una ricetta poliedrica che propone un’ampia esperienza territoriale a partire dai chiostri del complesso di Sant’Agostino a Montalcino, sede delle raccolte museali archeologica, civica e diocesana e del recentemente inaugurato Tempio del Brunello, un percorso immersivo ed emozionale realizzato con le più moderne tecnologie alla scoperta del Brunello di Montalcino, uno dei vini più conosciuti al mondo, il vero re del territorio.

Venerdì 1 ottobre nel chiostro di Sant’Agostino, l’enoteca bistrot del Tempio del brunello servirà una cena teatrale. Alle 19:30 l’associazione teatrale montalcinese teatro dell’accatto, infatti, metterà in scena un intermezzo teatrale dal titolo ‘Invito a cena’. La chiosa dello spettacolo sarà un divertente invito per i commensali a prendere posto e a degustare la cena imbandita dalle sapienti mani della chef dell’enoteca bistrot del Tempio del brunello.

Sabato 9 ottobre, alle 9 i Risvegli dell’anima saranno l’occasione per incontrarsi di mattina nel chiostro di Sant’Agostino all’insegna del benessere e dell’equilibrio psico-fisico. L’istruttrice Paola Bertoncini condurrà una lezione di body training, esercizio fisico per liberare energia positiva e affrontare al meglio una nuova giornata. Al termine della lezione, presso l’enoteca bistrot del Tempio del brunello sarà servita una prima colazione a base di prodotti biologici del territorio.

Sabato 16 ottobre alle 10 dal chiostro partirà ‘Incammino’ verso Sant’Antimo, escursione trekking alla scoperta del territorio di Montalcino fino all’abbazia millenaria di Sant’Antimo. Durante il percorso una guida ambientale escursionistica segnalerà i maggiori punti d’interesse storico-paesaggistici, geologici e ambientali. Una meritata sosta per il pranzo sarà il momento per assaporare il basket lunch ritirato alla partenza presso l’enoteca bistrot del Tempio del brunello e degustare assaggi di prodotti del territorio.

Sabato 23 ottobre alle 17:30 si terrà l’incontro iconografia evangelica nelle opere di Bartolo di Fredi. Don Enrico Grassini, direttore dell’Ufficio beni culturali dell’arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino, guiderà i partecipanti alla scoperta dei capolavori del pittore senese, attivo a Montalcino negli anni Ottanta del Trecento, conservati nella chiesa di Sant’Agostino e all’interno del museo di Arte Sacra. A seguire si svolgerà una degustazione guidata dalle esperte sommelier dell’Enoteca bistrot del Tempio del brunello.

Sabato 6 novembre il ciclo di appuntamenti si chiuderà con una passeggiata storico artistica che alle 10:30 partirà dal chiostro di Sant’Agostino e qui terminerà all’ora di pranzo per un brunch presso l’Enoteca bistrot del Tempio del brunello. Fra chiese e musei del centro storico di Montalcino, i partecipanti potranno scoprire le opere montalcinesi di Vincenzo Tamagni, pittore sangimignanese che lavorò anche al fianco di Raffaello. Sarà questa l’occasione di ammirare gli affreschi presenti nel piccolo scrigno del rinascimento montalcinese, lo scrittoio dell’antico spedale di Santa Maria della Croce, eccezionalmente aperto per l’occasione. Il piccolo ambiente, antico ufficio dell’Amministratore dell’Ospedale, presenta affreschi con soggetti tratti dalla storia antica e dall’Antico Testamento e figurazioni a trompe l’oeil pertinenti alla destinazione della stanza, quali libri di conto, foglietti di appunti, pennini e calamai carichi di inchiostro.

Sabato 9, sabato 16 e sabato 23 ottobre è poi prevista un’apertura straordinaria serale, su prenotazione, del Tempio del brunello che si concluderà con un viaggio alla scoperta dei sapori del territorio presso l’Enoteca bistrot, dove sarà possibile gustare un menù della tradizione al quale abbinare i vini da scegliere tra la ricca selezione della cantina.

L’enoteca bistrot del Tempio del brunello è aperta tutti i giorni a pranzo.

Si ricorda che per l’accesso al complesso di Sant’Agostino è richiesta l’esibizione della certificazione verde covid 19 (Green pass).
Per informazioni e prenotazioni: 0577-286300 o all’indirizzo mail [email protected]