Arti figurative, archeologia, musica e buon vino: Natale a Montalcino è un’esperienza totale tra gli ori del territorio

In occasione delle prossime festività sarà possibile vivere l’offerta culturale e enogastronomica di Montalcino attraverso quella cultura dell’ospitalità che unisce a trecentosessanta gradi le arti figurative all’archeologia, la buona musica alla degustazione di un calice di Brunello, la curata cucina al sapore degli ori del territorio.

Il programma di eventi inizierà domenica 11 dicembre alle 11, quando ci sarà l’opportunità di ammirare le opere dei Musei attraverso una visita guidata tematica che inviterà i visitatori a soffermarsi su episodi, dettagli e particolari che rimandano al significato del Natale. Al termine sarà possibile trattenersi presso l’enoteca bistrot del Tempio del Brunello per il consueto ‘Brunch della domenica’, aperto a tutti i visitatori del Museo.

Sabato 17 dicembre sarà la volta invece della prima cena col produttore; l’azienda vinicola ‘Franco Pacenti’ si racconterà, presentando ai commensali i propri vini, Brunello e Rosso di Montalcino.

Domenica 18 alle 11 un laboratorio di arte floreale, a cura dell’ormai conosciuta Beatrice Ramirez, insegnante SIAF, permetterà ai partecipanti di creare la propria decorazione natalizia che, una volta portata a casa, abbellirà la tavola per l’imminente Natale; il brunch della domenica concluderà la piacevole mattinata trascorsa al Museo.

Nei giorni del passaggio dal vecchio al nuovo anno, presso i Musei di Montalcino si terrà la prima edizione del festival ‘TastingNotes’.

Si comincia il 28 dicembre alle17.30 con il concerto ‘Wind&Wine’ del quintetto di fiati Amat Wind Quintet che guiderà gli spettatori attraverso un viaggio musicale dall’opera italiana fino alle colonne sonore dei film più celebri; alla fine del concerto verrò servito un ‘brindisi di auguri’ presso l’Enoteca Bistrot del Tempio del Brunello!

Venerdì 30 dicembre alle 20  ‘A cena con Rossini’ proporrà invece un’esperienza unica: una cena con intermezzi teatrali e vocali tratti dalle opere di Gioachino Rossini, noto, oltre che per la sua musica, per la passione per il vino e il cibo: nelle sue ricette, sette come le note, il maestro riproponeva lo stesso susseguirsi di accordi, andando alla ricerca di materie prime raffinate e particolari: la cena sarà l’occasione per assaggiare alcuni di questi piatti prelibati ‘alla Rossini’!

Il 4 gennaio gli ‘Unconventional Singers’ alle 17.30 in un concerto itinerante all’interno dei Musei di Montalcino dal titolo ‘Wine&Songs’, eseguiranno canzoni armonizzate a cappella tratte dal repertorio della cultura pop contemporanea: dalla musica etnica a quella da film, dal rock alle melodie dei musical… e per concludere un brindisi di ‘Buon Anno’ presso l’Enoteca Bistrot del Tempio del Brunello.

La mattina del 5 gennaio Rita Ceccarelli accompagnerà bambini e non solo in una visita teatralizzata dal titolo ‘Prima dei Magi. I personaggi del presepe nella tradizione popolare’. La guida-attrice, attraverso le opere d’arte del Museo, racconterà alcune tradizioni popolari relative ai personaggi del presepe che, prima dei Magi, arrivarono a rendere omaggio a Gesù Bambino nella grotta di Betlemme; alla fine della visita i partecipanti potranno gustare il pranzo a buffet ‘dell’Epifania’, aperto a tutti i visitatori del Museo.

Sabato 7 gennaio sarà la volta della ‘Cena con il produttore’: durante la cena, Stefano Cinelli Colombini, consulente scientifico del percorso multimediale ‘Tempio del Brunello’, presenterà la storia e i vini dell’azienda di famiglia ‘Fattoria dei Barbi’.

A conclusione del programma, domenica 8 gennaio alle 11 una visita guidata dei Musei e il consueto brunch della domenica.

Per gli eventi è necessaria la prenotazione scrivendo una mail a [email protected] oppure telefonando ai numeri 0577/286300; 335/1576289