Affidamento entrate comunali a Siena Parcheggi, Cgil: “Noi contrari, si apra tavolo di confronto”

Nell’ultima seduta del consiglio comunale, c’è stata l’approvazione dell’affido delle entrate del municipio alla società Siena Parcheggi con il modello ‘in house providing’. Una scelta che trova decisamente contraria la Cgil senese che ha motivato la sua protesta attraverso una nota stampa. “Abbiamo sempre ribadito a questa Amministrazione la nostra posizione di contrarietà ad ogni tipo di esternalizzazione – questo l’inizio del comunicato-. Prima, quando sembrava che procedesse alla costituzione di un nuovo soggetto, e dopo, quando è stato individuato in Siena Parcheggi l’affidatario in house providing”.

La gestione diretta dei servizi rimane, per il sindacato, la migliore specie se per prevenire l’abbattimento della qualità e un aumento dei costi, oltre al delegare ad altri la programmazione, la gestione ed il controllo delle attività. “Le professionalità ottimali e consolidate dei dipendenti dovevano essere rimpinguate con nuove assunzioni ed un contestuale potenziamento della struttura esistente – continua la Cgil-. Abbiamo da giorni inviato una richiesta di incontro per un confronto sul contratto di servizio dove si ipotizza la possibilità di subappaltare. Inoltre, da mesi, chiediamo come RSU del Comune di Siena ed organizzazioni sindacali l’apertura di un confronto sul trattamento del personale coinvolto – conclude il sindacato-. Dovremmo stipulare un accordo su diritti e tutele. Ma purtroppo, temiamo che la scelta di questa amministrazione sia sempre la stessa, evitare il confronto con i sindacati. E noi cercheremo di impedirlo, con tutte le nostre forze!”

Tags