Giornata contro la violenza sulle donne, a Monteriggioni il concerto-lettura di Daniela Morozzi e Stefano “Cocco” Cantini

Oggi viene celebrata la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne ed il Comune di Monteriggioni ha deciso di aderire alla campagna “Orange the word”, anche su proposta della Provincia di Siena, la quale ha invitato tutti i consiglieri comunali a devolvere il gettone di presenza del mese di novembre al CISDA, il coordinamento italiano sostegno donne afghane.
Oggi, quindi, la Statua del Pellegrino e la Fontana del Pellegrino saranno illuminate di una luce arancione.
«Il Comune di Monteriggioni – ha affermato l’assessora alle pari opportunità Diana Nisi – aderisce alla campagna internazionale “Orange the world”, promossa da UN Women, su invito della Provincia di Siena, con pieno convincimento. L’arancione come colore simbolico di un futuro senza violenza di genere, che illuminerà uno dei luoghi più significativi del nostro territorio. Le porte del nostro Castello rimarranno sempre aperte per tutte le donne costrette a vivere in una prigione di violenze e soprusi. Il nostro comune come territorio da sempre legato alle tematiche di genere ed in campo per la lotta per l’eliminazione della violenza contro le donne, attraverso molti progetti e delle politiche amministrative idonee. Ancora in alcuni casi nel nostro Paese la violenza, le sue conseguenze ed il suo perdurare, al di là della conclusione dei procedimenti legali, sono minimizzate da alcuni. Per questo deve essere massimo l’impegno morale e concreto da parte delle Istituzioni. In questa occasione vorrei anche lasciare un passo di una poesia di Alda Merini adatto per questa giornata».

Il Comune di Monteriggioni, inoltre, celebrerà la giornata del 𝟸𝟻 𝚗𝚘𝚟𝚎𝚖𝚋𝚛𝚎 ad 𝙰𝚋𝚋𝚊𝚍𝚒𝚊 𝚊 𝙸𝚜𝚘𝚕𝚊, nella 𝚂𝚊𝚕𝚊 𝙸𝚕𝚍𝚎𝚋𝚛𝚊𝚗𝚍𝚘, alle 𝚘𝚛𝚎 𝟸𝟷,𝟹0 con “𝘼𝙧𝙩𝙞𝙘𝙤𝙡𝙤 𝙁𝙚𝙢𝙢𝙞𝙣𝙞𝙡𝙚” 𝙤 𝘼𝙣𝙖𝙡𝙞𝙨𝙞 𝙞𝙡𝙡𝙤𝙜𝙞𝙘𝙖 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙘𝙖𝙧𝙩𝙖 𝙨𝙩𝙖𝙢𝙥𝙖𝙩𝙖. 𝘿𝙖𝙣𝙞𝙚𝙡𝙖 𝙈𝙤𝙧𝙤𝙯𝙯𝙞, 𝙎𝙩𝙚𝙛𝙖𝙣𝙤 “𝘾𝙤𝙘𝙘𝙤” 𝘾𝙖𝙣𝙩𝙞𝙣𝙞.

Evento organizzato in occasione della 𝗚𝗶𝗼𝗿𝗻𝗮𝘁𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗹𝗮 𝘃𝗶𝗼𝗹𝗲𝗻𝘇𝗮 𝘀𝘂𝗹𝗹𝗲 𝗱𝗼𝗻𝗻𝗲 il concerto-lettura dell’attrice fiorentina Daniela Morozzi e del musicista e polistrumentista Stefano “Cocco” Cantini.
Ulteriori informazioni:

La carta stampata e gli articoli di giornale per parlare della donna, del cammino verso la conquista dei diritti, i traguardi raggiunti, gli ostacoli incontrati. Il tutto accompagnato dalla musica, che supporta il racconto con un dialogo continuo con le parole. E se questo accadesse la sera, su un palco, dopo una giornata di lavoro? Una scommessa la scelta della scrittura giornalistica rivelatasi sorprendentemente efficace: Vittorio Zucconi, Emanuela Audisio, Attilio Bolzoni ed altre firme prestigiose che con stili diversi, leggeri, impegnati, sarcastici, essenziali permettono di raccontare storie, dipingere ritratti o semplicemente presentare fatti di cronaca.

Articoli di giornale che si fanno teatro; come filo conduttore di queste letture l’universo femminile nell’urgenza di parlarne, e di farlo in modo diverso. Sono così state prese in prestito parole di uomini e donne che, accostate le une alle altre, come in un collage, finiscono per comporre un’immagine di donna che ci risuona. Una donna che, al di là delle ideologie, tenta di stabilire un rapporto creativo con la realtà, per conquistare o difendere la propria identità, contribuendo con le proprie scelte a declinare in modo nuovo quella differenza di genere di cui tanto si discute, non sempre a proposito.

La scelta della scrittura giornalistica è stata in qualche modo una scommessa, che si è rivelata sorprendentemente efficace. Sintesi, ritmo, utilizzo frequente di immagini, permettono infatti di raccontare storie, dipingere ritratti o semplicemente presentare fatti di cronaca, con una vitalità e un’apparente semplicità che in scena assumono grande forza e suscitano una grande risposta in termini di partecipazione emotiva da parte del pubblico in sala.

La prenotazione è obbligatoria, telefonando allo 0577 304834 oppure scrivendo a [email protected]