Patto tra Estra e comune di San Gimignano: al via l’estensione della rete gas metano in via Vecchia

Oltre 172mila euro di progetto per un tratto di rete che si svilupperà per 2 chilometri in una zona dove sono presenti 20 utenze. Sono partiti oggi e si concluderanno a maggio del 2020  i lavori di estensione della rete gas metano di Estra dalla condotta di media pressione all’incrocio tra via Baccanella e la strada comunale di via Vecchia nel comune di San Gimignano. L’intervento, voluto dall’amministrazione, è stato finanziato da Centria nella sua totalità tra progetto, lavori in appalto, forniture di materiali e spese tecniche ed è stato presentato stamani.

“L’intervento è stato impegnativo da un punto di vista di investimento – commenta l’ad di Estra, Alessandro Piazzi – ma abbiamo comunque scelto di intervenire in un luogo che è di pregio per la provincia di Siena e per l’Italia intera.  San Gimignano, per la sua bellezza, meritava un progetto del genere  anche se gli obiettivi economici e finanziari non sono stati particolarmente brillanti per Estra. Nel territorio di Siena si è costituita la massa critica della nostra società che ora vanta 6mila km di reti e tantissime persone servite: per questo rimaniamo vicini a chi ha reso possibile tutto questo”.

“Vogliamo riuscire a estendere i rapporti dell’amministrazione con gli enti terzi – queste le parole del sindaco di San Gimignano, Andrea Marrucci-. Estra è un partner con grande esperienza che può rendere migliore il futuro per il nostro comune, come sarà quello di via Vecchia dove ci sono attività commerciali che producono molto. Adesso vogliamo proseguire e ci sono altre zone e località di San Gimignano dove Centria può esserci d’aiuto”.

Il nuovo tratto di rete si svilupperà lungo la strada comunale, per poi proseguire sulla strada bianca fino al gruppo di case in località Sovestro. “La condotta è realizzata con una tubazione di polietilene – spiega Massimo Marmorini, responsabile area progettazione di Centria-. La Sovraintendenza ha fatto la verifica di interesse archeologico e poi ha dato il nulla osta paesaggistico – monumentale, in seguito è stato rilasciato il permesso a costruire da parte del Comune. Durante lo svolgimento dei lavori sarà comunque eseguita la sorveglianza archeologica specialistica agli scavi da parte della Sovrintendenza e da un professionista incaricato da Centria”.

Per venire incontro alle esigenze degli utenti, Centria prevede un’agevolazione consistente per tutti coloro che procederanno al pagamento dei costi di allaccio entro la messa in esercizio della condotta: la riduzione prevista è del 50%.A tal fine i cittadini interessati potranno concordare un appuntamento con il tecnico inviando una e-mail all’indirizzo [email protected] o telefonando al centralino di Estra – sede di Siena al n° 0577 264511.

Marco Crimi