Covid-19. Giani annuncia due ordinanze: “Faremo più di 17mila tamponi al giorno”

Rsa, tamponi e task force di medici nelle scuole: sono due le ordinanze firmate dal governatore della Toscana Eugenio Giani. Lo ha detto in una diretta su Facebook lo stesso presidente.

“Da lunedì 19 ottobre la Toscana processerà e farà 17mila e 500 tamponi al giorno”, questo il primo annuncio fatto da Giani.“I tamponi saranno estesi per avere una tracciatura più completa della situazione in Regione”, dice Giani che poi ha ricordato i numeri degli ultimi tre giorni tranquillizzando comunque la cittadinanza, “la situazione è sotto controllo, le nostre terapie intensive sono occupate per poco più del 10%”. La prevenzione”richiede però un aumento delle persone che devono fare il tampone” in modo da “avere risposte brevi e maggiore flessibilità di lavoro nel laboratorio”. Così, chiarisce Giani, “possiamo capire se nelle scuole i bambini sono realmente elemento di contagio o meno” e così “possiamo evitare che si aspetti giorni prima di fare tornare un bambino a scuola se ha il raffreddore”.

Ritorna il divieto di visita a parenti nelle Rsa, “impedirà la visita del parente all’anziano e la cosa mi tocca molto”, questa la difficile decisione – per sua stessa ammissione ndr.– presa  Giani che poi spiega ” dobbiamo evitare che nelle residenza vi sia il pericolo che il virus si introduca attraverso il contatto dall’esterno”. Nell’ordinanza saranno previste comunque visite de visu magari “attraverso collegamento remoto”.

L’istituzione di una task force con medici e operatori sanitari nelle scuole.”Abbiamo attivato un bando per 200 medici che vogliamo usare specificamente per i 2500 plessi scolastici toscani – aggiunge Giani-. Il bando ha avuto un buon esito e questo sarà il modo dei medici per verificare le condizioni degli istituti e dare consigli giusti, uniformi e scientificamente fondati”.

MC