Poggibonsi calcio – Giuseppe Cianciolo: “Contro di noi evidenti torti arbitrali”

siena news cultura economia società

Poggibonsi

Il direttore sportivo dell’Us Poggibonsi Giuseppe Cianciolo parla a tutto tondo delle direzioni arbitrali delle ultime due gare dei Leoni rispettivamente contro San Marino ed Alessandria.

“Premetto che non voglio fare assolutamente del vittimismo ma non mi so spiegare come mai fino alla undicesima giornata di campionato abbiamo avuto delle direzioni di gara altamente professionali e di grande spessore mentre nelle ultime due gare le direzioni del Sig. Cangiano di Napoli in occasione di Poggibonsi-San Marino e del Sig. Magnani di Frosinone nella gara Alessandria-Poggibonsi hanno lasciato ampiamente a desiderare. Verso di noi – continua Cianciolo – ci sono stati degli evidenti torti arbitrali documentati dalle riprese tv e, con riferimento soprattutto alla gara di ieri ad Alessandria, non ha perso il Poggibonsi ma ha vinto il direttore di gara Magnani. La cosa che mi ha maggiormente disturbato è stato l’atteggiamento maleducato, presuntuoso ed arrogante che il Sig. Magnani ha avuto nei miei confronti e soprattutto nei confronti dei nostri giocatori”.

“Credo fermamente che un arbitro non si possa permettere di condizionare le gare e talvolta intere stagioni delle società di calcio con comportamenti discutibili visto che il comportamento dei direttori di gara deve sempre essere leale ed educativo. Il Poggibonsi – prosegue il Direttore Sportivo giallorosso – è una piccola realtà calcistica ma partecipiamo al sesto campionato consecutivo di Seconda Divisione Lega Pro, la nostra proprietà fa dei grossi sacrifici a livello economico per onorare gli impegni con i nostri tesserati ed anche a livello strutturale per esaudire le richieste della Lega Pro: impegni sempre rispettati visto che la nostra struttura è anche classificata nella fascia A degli stadi permettendoci di avere una gara importante come quella di mercoledì sera contro il Casaleripresa in diretta da RaiSport”.

“Personalmente non chiedo regali di nessun genere ma solamente la stessa parità di trattamento di tutte le altre squadre ed una forte onestà intellettuale da parte di direttori di gara e degli organi competenti. Quando un nostro giocatore viene espulso paga con la squalifica, quando la società non rispetta gli impegni paga con punti di penalizzazione e quindi spero e mi auguro che le autorità competenti valutino l’operato del Sig. Magnani adottando i giusti provvedimenti così come è stato fatto con il Sig. Cangiano che dopo aver diretto Poggibonsi-San Marino è stato fatto arbitrare nel campionato Primavera”.