Siena-Lazio finisce 4-0, doppiette di Destro e di Calaiò su rigore

siena news cultura economia società

Siena-Lazio

Straordinaria vittoria della Robur che schiaccia la Lazio per 4-0 mettendo un mostra un calcio spumeggiante, come ad inizio campionato. Le doppiette di Destro e Calaiò allontanano molte nubi.

Una sola novità nell’undici iniziale bianconero: c’è ancora Grossi nella squadra titolare, gioca esterno a destra. Per il resto tutto previsto: Pegolo in porta al posto dell’infortunato Brkic; Angelo a destra (Vitiello è squalificato) insieme a Rossettini, Terzi e Del Grosso; Grossi forma la linea mediana con Bolzoni, Gazzi e Brienza; Calaiò e Destro sono in attacco.

Nella Lazio Hernanes va in panchina, a centrocampo ci sono Sculli, Cana, Lulic e Ledesma. Davanti la pericolosissima coppia Klose-Cissè.

Il Siena parte fortissimo: tre occasioni per i bianconeri nei primi dieci minuti. Subito Destro al tiro, alto; poi è Gazzi con un tiro perfetto dai trenta metri a concludere a fil di palo; infine Calaiò, bene imbeccato da Brienza, mette paura a Bizzarri. All’ 11′ minuto il vantaggio della Robur: grande corsa di Destro che si fa trenta metri palla al piede e poi infila alla perfezione Bizzarri. Cala però improvvisamente l’intensità della Robur e allora la Lazio ha due chances in cinque minuti: prima è Cana a far correre un brivido a Pegolo con un bel sinistro dal limite dell’area, ma il portiere bianconero si tuffa e devia la sfera. Al 31′, invece, è pessimo l’impatto di Sculli con il pallone da ottima posizione. Al 34′ calcio di rigore per il Siena: Brienza triangola con Calaiò e viene messo a terra, in piena area, da Stankevicius. L’arbitro Gervasoni indica il dischetto, Calaiò non sbaglia: è il 2-0 dei bianconeri. Al 45′ un episodio molto discutibile: grandissimo lancio di Bolzoni, Destro si inserisce tra Lulic e Stankevicius e calcia verso la porta mentre il portiere Bizzarri lo stende. L’arbitro fischia il rigore, ma il pallone finisce sul palo, poi lo stesso Destro lo riprende e lo mette dentro la porta. Ma l’azione è ferma: l’azione concede il penalty ed espelle il portiere laziale per fallo da ultimo uomo. Reja sostituisce Scaloni per inserire il portiere di riserva Carrizo: Calaiò calcia ancora alla sinistra del portiere e segna di nuovo. E’ il 3-0, sul quale si chiude il primo tempo.

La Lazio, rimasta in dieci, ha comunque una ghiotta occasione ad inizio ripresa ma Klose manda fuori di testa la palla pur da splendida posizione. La Robur soffre per alcuni minuti, poi torna ad alzare il ritmo: è Brienza ad andare vicino al gol, poi Destro si rende nuovamente pericoloso. Ma Destro trova il gol poco dopo, su assist perfetto di Del Grosso: 4-0.