Gioco d’azzardo, cresce l’online ma per il sorpasso c’è ancora tempo

Gioco d’azzardo: la situazione senese tra spesa, lavoro e interventi di lotta al Gap

Due binari che corrono paralleli in quanto declinazioni differenti di uno stesso concetto: si parla di gioco d’azzardo, grande passione degli italiani, che da qualche anno a questa parte sta vivendo una impennata ulteriore sulla spinta del web.
Tutti i principali indicatori più recenti certificano che il web continua a crescere e ritmo sostenuto ma che, se si analizza il settore nella sua interezza, l’approccio tradizionale è ancora quello che va per la maggiore.
Qualche numero per rafforzare quanto detto: prendendo a riferimento il triennio 2016-2018 la crescita del settore è stata dell’11%, arrivando a quota 106 miliardi di euro di indotto generato. La cifra è riferita al comparto complessivo dei giochi, quello sottoposto a controllo da parte dell’ ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (che non a caso ha divulgato questi dati all’interno del suo Libro Blu 2018).

Slot online e fisiche

Entrando nel dettaglio delle due differenti modalità di approccio si nota che, sempre nel triennio preso a riferimento, l’online è in crescita mentre il gioco fisico è in lieve calo. Tuttavia per il sorpasso c’è tempo, perché l’approccio diretto al gioco (si parla di slot machine fisiche) copre ancora i 2/3 del comparto mentre il web rappresenta la restante parte della torta. Che è comunque un piatto ricco.
Le slot machine online, ancor più nello specifico, aumentano del 70% nello stesso passando da 7 a 12 miliardi di euro di indotto generato mentre nello stesso periodi gli italiani hanno ‘investito’ nelle Slot da bar una quota che sfiora i 50 miliardi di euro (ricevendone in vincite soltanto 38,4).
Sip può quindi sintetizzare affermando che la fame degli italiani per il gioco non si placa e che si nutre sempre più della tecnologia web; malgrado ciò, ad oggi l’approccio tradizionale continua ad essere quello preferito analizzando i freddi numeri.

Solo questione di tempo?

Forse è solo un discorso di tempo, generazionale; tra qualche anno il sorpasso del web in materia di gioco d’azzardo dovrebbe diventare cosa reale. Perché è tutto il settore dei giochi a distanza a crescere: si parla di un’impennata di circa l’80% nel triennio 2016-2018 con eccezione del Poker in modalità cash game, che nello stesso periodo invece si dimezza (fonte: Machineslotonline.it).
Quando si parla di giochi a distanza il riferimento è a qualunque approccio passi dalla rete, che si parli di Slot, casinò, scommesse; il resto (il gioco fisico) è roba di Slot da bar, Lotto, Lotterie e Superenalotto. Su queste cifre si dovrebbero abbattere, il prossimo anno, gli effetti dl Decreto Dignità entrato in vigore nel Luglio 2018 ed incentrato sul divieto di promozione del gioco d’azzardo tramite media tradizionali: un qualcosa che dovrebbe limitare i numeri del comparto, ad oggi così ricchi.

Tags