Coronavirus, oggi in Toscana 12 nuovi casi e 2 decessi, 30 guarigioni. Nuovo caso a San Gimignano

In Toscana sono 10.047 i casi di positività al Coronavirus, 12 in più rispetto a ieri. Due di questi nuovi casi provengono dalla campagna di test sierologici avviata da Regione Toscana alla fine di aprile. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 7.270 (il 72,4% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 226.046, 3.541 in più rispetto a ieri. Quelli analizzati oggi sono 3.666. Gli attualmente positivi sono 1.766, -1,1% rispetto a ieri.

Si registrano 2 nuovi decessi: due uomini, con un’età media di 76 anni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri; questi si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi. Sono 3.445 i casi complessivi ad oggi a Firenze (9 in più rispetto a ieri), 559 a Prato, 669 a Pistoia, 1.044 a Massa, 1.357 a Lucca (1 in più), 885 a Pisa, 551 a Livorno (1 in più), 676 ad Arezzo, 438 a Siena (1 in più), 423 a Grosseto.

Sono quindi 9 in più i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 2 nella Nord Ovest, 1 nella Sud est.

La situazione dalle ore 14 dal giorno 22 alle ore 14 del giorno 23 maggio, relativa al fenomeno della diffusione del Covid-19, evidenzia infatti 1 nuovo caso a San Gimignano in provincia di Siena.

I guariti nella Toscana sud-est sono 6: 2 in provincia di Arezzo, 3 in provincia di Grosseto, 1 in provincia di Siena.
Per comune di sorveglianza: 1 ad Arezzo, 1 a Foiano della Chiana, 1 a Grosseto, 1 a Orbetello, 1 a Capalbio, 1 a Chianciano Terme.

Abbiamo in totale 196 casi in carico nella Toscana sud-est. Tra questi 164 persone sono in isolamento domiciliare, 32 in ospedale, 1.158 guariti.

 

IN TOSCANA La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 269 ogni 100.000 abitanti (media italiana circa 379 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 536 casi x100.000 abitanti, Lucca con 350, Firenze con 341, la più bassa Siena con 164.

Complessivamente, 1.569 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (meno 13 rispetto a ieri, meno 0,8%).
Sono 7.819 (meno 175 rispetto a ieri, meno 2,2%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 3.848, Nord Ovest 3.655, Sud Est 316).

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid che oggi sono complessivamente 197, 7 in meno di ieri (meno 3,4%) di cui 40 in terapia intensiva (2 in meno rispetto a ieri, meno 4,8%). È il punto più basso dal 10 di marzo 2020 per le terapie intensive.

Le persone complessivamente guarite salgono a 7.270 (più 30 rispetto a ieri, più 0,4%): 1.677 persone “clinicamente guarite” (più 13 rispetto a ieri, più 0,8%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 5.593 (più 17 rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Si registrano 2 nuovi decessi: si tratta di due uomini, con un’età media di 76 anni.
Relativamente alla provincia di notifica, le persone decedute sono: 1 a Firenze e 1 a Livorno.
Sono 1.011 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 367 a Firenze, 45 a Prato, 79 a Pistoia, 141 a Massa Carrara, 134 a Lucca, 85 a Pisa, 58 a Livorno, 45 ad Arezzo, 29 a Siena, 20 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso toscano grezzo di mortalità (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 27,1 x100.000 residenti contro il 54,0 x100.000 della media italiana (siamo l’11esima regione).
Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (72,4 x100.000), Firenze (36,3 x100.000) e Lucca (34,5 x100.000), il più basso a Grosseto (9,0 x100.000).

 

VIGILI DEL FUOCO Il comando dei vigili del fuoco nel corso del periodo emergenziale connesso all’epidemia da Covid- 19 ha modificato il proprio assetto organizzativo adottando il lavoro agile quale modalità ordinaria della prestazione lavorativa dei propri dipendenti non operativi e di conseguenza implementando e d ampliando l’utilizzo dei canali che consentono di relazionarsi con gli uffici senza la necessità di accedervi.

Nella gestione dell’attuale fase emergenziale resteranno in vigore molte delle misure adottate per il contenimento della diffusione del virus Sars-Cov-2, mentre sarà nuovamente gradualmente consentito l’accesso al pubblico agli uffici prevenzione incendi e statistica (richiesta rapporti di intervento) sebbene con periodi ed orari di apertura ridotti e il contingentamento dell’ingresso ai locali.

L’accesso sarà consentito nel rispetto delle specifiche disposizioni di prevenzione e di sicurezza previste,
fermo restando la raccomandazione di limitare la fruizione degli uffici ai casi in cui i servizi essenziali non siano erogabili tramite canali alternativi.

L’ufficio prevenzione incendi del comando di Siena, è contattabile in qualsiasi momento per informazioni a
carattere generale (compreso corsi di formazione ed esami per addetti antincendio) all’indirizzo [email protected], e telefonicamente, a partire dal 28 maggio ai numeri 0577 248933/4 nei giorni di martedì e giovedì dalle 9 alle 12.

L’accesso al pubblico all’ufficio prevenzione incendi avverrà, esclusivamente per quanto non possibile in
via telematica, a partire dal 28 maggio nei giorni di martedì e giovedì, dalle 9 alle 12 dopo prenotazione. La prenotazione potrà essere richiesta in qualsiasi momento all’indirizzo [email protected] inviando l’apposito modello o telefonicamente, nei giorni ed orari indicati, ai numeri 0577 248933/4.

Restano invariate le modalità di trasmissione delle istanze di prevenzione incendi (esame progetto, Scia,
deroghe, ecc..) all’indirizzo [email protected], qualora l’invio non debba avvenire tramite Suap.

L’ufficio statistica del Comando di Siena è contattabile in qualsiasi momento per informazioni a carattere
generale all’indirizzo [email protected], e telefonicamente, a partire dal 28 maggio ai numeri 0577 248935/29 nei giorni di martedì e giovedì, dalle 9 alle 12.

I modelli di richiesta di rilascio della scheda di intervento o di dichiarazione di intervento, sono scaricabili
all’indirizzo www.vigilfuoco.it/sitiVVF/siena e resta fermo l’invio della richiesta all’indirizzo [email protected]

L’accesso al pubblico all’ufficio statistica avverrà, esclusivamente per quanto non possibile in via telematica, a partire dal 28 maggio nei giorni di martedì e giovedì, dalle 9 alle 12 dopo prenotazione. La prenotazione potrà essere richiesta in qualsiasi momento all’indirizzo [email protected] inviando l’apposito modello o telefonicamente, nei giorni ed orari prima indicati, ai numeri 0577 248935/29 .