E’ Simona Cardaioli la nuova segretaria del Pd di Chiusi

siena news cultura economia società

E’ Simona Cardaioli la nuova segretaria dell´Unione Comunale del Pd di Chiusi. Lo ha deciso l´assemblea comunale che si è riunita ieri, martedì 19 luglio, presso i giardini pubblici di Chiusi Scalo, dove si sta svolgendo la Festa democratica, e l´ha eletta con il 91,53% dei voti. Simona Cardaioli, 42 anni, madre di due bambini, laureata in ingegneria elettronica, è stata consigliere comunale, dal 1998 al 2002 ed assessore comunale, dal 2002 al 2011. Nel corso dell´assemblea sono stati eletti anche i segretari dei circoli: Marco Socciarelli per Chiusi Città; Francesco Cimarelli per Chiusi Scalo; Simone Tiezzi per Macciano; Loredana Terziani per Montallese; Doretta Rossi per Montevenere.

“Guidare il Partito democratico cittadino è per me una grande responsabilità e un grande onore – ha detto Simona Cardaioli nell´intervento dopo la sua elezione – sono molto contenta anche del risultato che ci ripaga, visti anche i consensi ricevuti nelle ultime elezioni, dell´esperienza di sana amministrazione che abbiamo portato avanti in questi anni. Il mio più sincero ringraziamento va a tutte le democratiche e i democratici che mi hanno accordato la loro fiducia”.

Coinvolgimento, partecipazione e dialogo. “Siamo consapevoli che ci sarà molto da lavorare in questa fase – prosegue il neosegretario- in consiglio comunale a Chiusi, dove il centrodestra è sparito, saremo chiamati al sostegno, confronto e verifica del lavoro della giunta e a favore dei cittadini, sempre più penalizzati dai tagli alle fasce deboli, introdotti dalla recente manovra finanziaria. Vogliamo ripartire, attivando i canali dell´ascolto, favorendo la partecipazione e il coinvolgimento di tutte le idee, in modo da mantenere un dialogo continuo e proficuo nell´individuazione di proposte e iniziative condivise. Sarà necessario attivare un confronto faccia e faccia, che servendosi delle moderne tecnologie, come internet, riesca a superare le polemiche e si concentri sempre più sulle cose da fare”.

Al lavoro per far ripartire i circoli. “Il primo compito – continua Cardaioli – sarà quello di far ripartire i circoli, prima di tutto attraverso la pianificazione dei lavori di manutenzione sugli immobili e poi con una serie di iniziative che coinvolgano gli iscritti e non solo. Ci sarà bisogno del contributo di tutti, per portare avanti idee utili allo sviluppo dell´attività politica del nostro territorio. Importante, inoltre, sarà il coinvolgimento dei giovani e di tutte quelle energie positive che, guidate dall´esperienza del nostro gruppo, potranno accendere l´entusiasmo e contribuire al raggiungimento dell´obiettivo di fare buona politica con trasparenza e condivisione”.