Pagamenti sempre meno “materiali”: i vantaggi del cashless

Se prima dell’emergenza sanitaria l’uso del contante veniva preferito dalla maggior parte degli italiani, oggi la situazione è ben diversa e le percentuali si sono praticamente invertite. Secondo un rapporto di Bankitalia, infatti, appena quattro anni fa il contante era lo strumento più utilizzato in assoluto per le transazioni (85,9% del totale su una media europea pari al 78,8%); attualmente, invece, la maggior parte degli italiani afferma di preferire il pagamento digitale.
Vediamo quindi più nel dettaglio i dati di settore e quali sono in particolare i vantaggi portati dal cashless.

L’impatto dell’emergenza sanitaria

Le misure di sicurezza che sono state prese in questi mesi per arginare i contagi hanno avuto degli effetti diretti sulle tendenze di pagamento degli italiani. A dimostrarlo sono i dati di una recente ricerca, secondo cui circa il 70% degli italiani ha affermato di usare frequentemente le carte al posto del contante, preferendo in particolare quelle contactless (60,9%); queste ultime, infatti, si rivelano delle ottime alleate in questa situazione delicata dal punto di vista sanitario, dato che non richiedono l’inserimento del codice di sicurezza fino a un determinato importo.

Tale tendenza non scomparirà con l’emergenza sanitaria: quasi 1 italiano su 4, infatti, ha intenzione di abbandonare banconote e monete anche quando non ce ne sarà strettamente bisogno come adesso. Come si può facilmente intuire, il motivo che sta alla base di questo forte cambiamento di abitudini di pagamento è principalmente la tutela dell’igiene e della salute, che sta a cuore sia ai consumatori sia agli esercenti. Proprio questi ultimi, inoltre, hanno la possibilità di sfruttare questa situazione particolare per creare delle nuove opportunità dal punto di vista del business: il commercio sta diventando sempre più digitale negli ultimi anni (ne è testimone la continua crescita degli e-commerce presenti sul web), e con il distanziamento sociale questo trend non poteva che crescere ulteriormente.

I vantaggi del pagamento digitale

Nonostante le necessità legate al contenimento dei contagi, sono ancora molte le persone che nutrono dei sospetti riguardo alla sicurezza del pagamento digitale. A tal proposito, però, bisogna sapere che tramite i pagamenti elettronici è sempre possibile effettuare il tracciamento delle transazioni di denaro, cosa che scoraggia fortemente evasioni fiscali e operazioni fraudolente come quelle legate al riciclaggio.

I vantaggi maggiori si hanno soprattutto per chi è solito effettuare acquisti all’estero o viaggia di frequente per lavoro: in questi casi non è necessario recarsi presso gli sportelli di cambio valuta, in quanto si può evitare di avere sempre del denaro contante con sé (con tutti i rischi che questo comporta, soprattutto se si tratta di grosse somme). Ci sono poi alcune carte di credito che consentono l’accesso a servizi extra: quelle del circuito Diners Club, ad esempio, consentono l’accesso alle airport vip lounges presenti in molte città nazionali e internazionali. Sempre a proposito di servizi riservati, è bene informarsi anche riguardo a eventuali sconti previsti per i clienti, che possono rivelarsi particolarmente vantaggiosi. Infine, da non sottovalutare la preziosa possibilità di accedere al conto corrente e tenere sotto controllo i movimenti in qualunque momento tramite app, quindi senza doversi recare fisicamente in una filiale, in quanto sarà possibile monitorare il tutto semplicemente collegandosi a internet.

Naturalmente, per evitare ogni tipo di problema, sarà opportuno fare sempre molta attenzione ai propri codici segreti e ai tentativi di phishing via email, purtroppo molto frequenti; anche la limitazione del platfond della carta è un buon metodo per non andare incontro a perdite importanti nel malaugurato caso in cui qualcosa vada storto.

Tags