Scegliere il passeggino: le esigenze del bambino e della famiglia

Come scegliere il passeggino leggero

La scelta del passeggino non è così semplice come sembra, anche perché in commercio se ne trovano tantissimi modelli diversi. Ognuno dei quali offre ovviamente dei vantaggi innegabili, la cui importanza durante la scelta dipende però non solo dall’età del bambino, ma anche dalle abitudine e dalle esigenze della famiglia intera. Chi ha più problemi è ovviamente la coppia di genitori alle prime armi: le proposte disponibili in commercio sono, o sembrano, tutte molto valide. 

Passeggini per tutte le età
Il primo elemento da considerare sta nel fatto che oggi sono disponibili in commercio passeggini adatti a tutte le età del bambino, o comunque adattabili. In pratica è possibile acquistare un singolo passeggino, che poi nel corso dei mesi e degli anni si potrà ampliare, migliorare, modificare, in modo da rispondere alle esigenze del bimbo. Che appena nato usa il passeggino magari anche per dormire, che da più grandicello necessita di guardare il mondo in fronte a sé, che dopo l’anno e mezzo desidera la massima comodità in ogni situazione. Al termine di questa scrematura i genitori si troveranno comunque con un’apia offerta: passeggini a 3 o 4 ruote, versioni per lo sport o la montagna, trio o reversibili. La scelta è comunque ardua.

Lo spazio in casa
Se si vive in un appartamento che offre spazi ridotti, o anche solo in un caseggiato con scale strette o ascensore di piccole dimensioni, trovare un passeggino con dimensioni molto compatte è la scelta migliore. Stiamo parlando delle versioni che si chiudono a libro, magari anche solo con una singola mano, in modo da poter essere usati anche dal genitore che porta a spasso il figlio da solo. Con un singolo gesto il passeggino si riduce a un supporto stretto e alto, che possibilmente dovrebbe potersi anche reggere da solo ed essere non eccessivamente pesante: 5-7 kg è il peso ideale, facile da gestire e da spostare. Alcuni modelli sono richiudibili e “indossabili” come uno zaino, una soluzione perfetta per chi deve viaggiare sui mezzi, all’interno di un vano scale scomodo, o anche solo da tenere in una casa non troppo grande. Quando arriva un figlio per altro la casa si affolla anche di molti altri oggetti, riuscire a mantenerne compatte le dimensioni è sempre una buona idea.

Il passeggino per lo sport
Negli ultimi anni stanno avendo un grande successo i cosiddetti passeggini per lo sport. Si tratta di passeggini dalla seduta avvolgente, spesso in versione trio o reversibile, con ampie ruote che si orientano nelle varie direzioni di marcia, a volte anche molleggiate. Sono progettati per chi fa sport, ad esempio chi va a correre spingendo il passeggino o pratica l’hiking, o comunque attività simili, che comportano il percorrere anche terreni poco idonei al passeggino. Questi modelli sono però anche pratici per chi vive in un quartiere dove ci sono molti parchi, dove il terreno è a volte sconnesso e non facilmente praticabile con il classico passeggino con le ruote fisse. Un acquisto da valutare non solo da parte di chi fa sport, ma un po’ per tutti coloro che intendono percorrere molta strada con il passeggino al seguito.

Tags