Scegliere i lampadari adatti per la propria abitazione

Scegliere la giusta illuminazione per la propria casa partendo dai lampadari e passando anche per lampade, abat jour e quant’altro possa tornare utile allo scopo. Oggi le soluzioni sono molteplici ed a portata di mano per chiunque: un tempo era necessario rivolgersi a realtà attive nell’arredamento per la scelta dei lampadari. Da qualche tempo il concetto è stato sdoganato ed è possibile trovare soluzioni efficaci, di design, valide, anche a prezzi bassi.
Da Ikea a Leroy Merlin passando per Mondo Convenienza, Maison du Monde, e via via tutte le altre realtà attive nell’arredo low cost che oggi vanno per la maggiore. Un lampadario non è solo un accessorio di complemento, si parla spesso di fulcri per l’aspetto esteriore di un ambiente che possono contribuire a costruire lo stile di uno spazio.
Come scegliere il lampadario adatto? A priori è complesso stabilirlo, fondamentale è sempre partire dalla conformazione dell’ambiente che deve essere arredato, dallo stile, dai colori. Una vasta carrellata dei prodotti low cost e facilmente reperibili, anche in rete, la si può avere da questa recensione dei lampadari Leroy Merlin, uno dei punti di riferimento da qualche anno in materia di illuminazione per la casa. 

Consigli per i lampadari da acquistare

Si parte sempre dallo stile di casa: classico, moderno, vintage, shabby. Ce ne sono molteplici ormai, ciascuno con una propria declinazione: il lampadario è pur sempre un elemento di arredo, al di là della sua funzione pratica. Sceglierlo con massima attenzione allo stile è di assoluta importanza.
Un fattore che gioca un ruolo determinante ad esempio è l’altezza del soffitto: da questa variabile si può andare a stabilire la tipologia di lampadario da installare, se a sospensione o incassato, la dimensione del filo. Quando è presente un controsoffitto occorre, fatto ormai noto, optare per faretti da incastonare.
Attenzione poi alle dimensioni degli spazi: in un ambiente piccolo potrebbe non essere così adatto installare un lampadario eccessivamente grande. Così come la forma, che deve seguire sempre le dimensioni degli spazi (stanza piccola non si sposa bene con lampadario lungo ad esempio).
Ultima menzione per il materiale: in commercio come detto ne esistono di ogni tipologia e conformazione, anche di materiali economici. Per chi vuole puntare sul classico ci sono i tradizionali lampadari in cristalli o vetri; la modernità chiama maggiormente materiali più leggeri come plexiglass, plastica dura, carta rigida. 

Tags