Melograno, peculiarità e benefici 

Il melograno è un frutto originario dell’Iran. Da cui già nel corso dell’antichità ha iniziato a propagarsi in varie parti del globo. I Greci e i Babilonesi lo considerarono addirittura un simbolo terreno del potere divino. Idea cui contribuì non poco il fatto che la sua pianta riesce a crescere in luoghi ostili, sopravvivendo anche a temperature estremamente rigide.
Anche in Italia il melograno ha avuto modo di affermarsi sempre di più. Facendosi forte in particolare di una serie di caratteristiche di pregio, tra cui spicca la capacità di lottare contro i radicali liberi e l’invecchiamento.

A proposito del melograno

Il suo nome deriva dal latino e significa “mela con semi”. Il riferimento è naturalmente alla struttura del frutto, il quale si presenta rosso e simile ad una mela, oltre che composto da semi la cui colorazione può variare dal rosso al rosa. Come abbiamo ricordato, il melograno è in grado di offrire molti benefici, tra i quali spiccano:

1) la presenza di antiossidanti come tannini e antociani, in grado di attivarsi per la lotta contro il cancro, di ridurre il rischio di aterosclerosi e di contribuire alla salute della pelle;
2) la capacità di prevenzione delle malattie cardiache. In particolare l’acido ellaico, il principale ingrediente antiossidante presente nel suo succo, è una caratteristica esclusiva di questo frutto, non essendo reperibile in altro modo. La sua presenza contribuisce ad abbassare il colesterolo cattivo, considerato una delle principali cause dell’insufficienza cardiaca;
3) il contributo alla rigenerazione cellulare, in quanto anti-infiammatorio e provvisto di un elevato contenuto di acidi grassi essenziali;
4) la capacità di ridurre il rischio di cancro al seno. Una peculiarità assicurata dagli ellagitannini, polifenoli bioattivi in grado di inibire l’aromatasi;
5) l’aiuto nel mantenere la forza delle ossa, reso possibile dalla presenza nei suoi semi di estrogeni, l’ormone perso dalle donne nel corso della menopausa a causa del depauperamento delle uova all’interno delle loro ovaie.

Lo spremi melograno

Per poter sfruttare al meglio i benefici cui abbiamo accennato, occorre dotarsi di uno spremi melograno. Il motivo che spinge a farlo consiste nella possibilità che nel corso della spremitura si vengano a perdere gran parte delle sostanze nutritive presenti all’interno del succo e della polpa. Con il risultato consistente nella preparazione di una bevanda povera di componenti benefiche per il nostro organismo.
Lo spremi agrumi, in effetti, è in grado di mantenerle inalterate e proprio per questo ne dovrebbe essere presa in considerazione l’adozione. La quale deve seguire una serie di regole per poter risultare alla fine effettivamente proficua. A partire dalla solidità e resistenza del macchinario, oltre che dai necessari livelli di sicurezza per gli utenti, tanto più necessari in considerazione del largo utilizzo previsto.

Tags