Vanni dopo l’estrazione: ‘Eravamo in debito con la fortuna’

siena news cultura economia società

Sono tutti lì ad aspettarlo radianti di gioia i contradaioli della Giraffa. Quando il capitano Vanni esce, è accolto da un lunghissimo applauso da parte del suo popolo. Un popolo forte che proprio lo scorso anno non potè partecipare al Palio a causa di un infortunio al cavallino: “Avevamo un piccolo credito con la fortuna – dice felice il capitano della Giraffa Maurizio Vanni – Dopo la sfortuna di agosto dell’anno scorso quando, nonostante fossimo usciti a sorte, non abbiamo potuto partecipare alla carriera a causa dell’infortunio al cavallo, la fortuna ci ha ripagati. Credo che il nostro comportamento in quel momento, sempre onesto nei confronti della Festa, sia stato ripagato da questa estrazione”.

Ripartirete da Luca Minisini?

“Valuteremo tutte le situazioni a 360 gradi per capire al meglio verso quale fantino sarà più opportuno indirizzarsi. Dobbiamo da oggi fare un po’ il punto della situazione”.

Come valuta il quadro completo del prossimo Palio alla luce di questa estrazione?

“Non avendo una nemica per la Giraffa non cambia molto quali contrade ci saranno. Da un lato tutte possono andare bene, ma anche tutte male perché purtroppo il Palio lo vince una contrada sola e di conseguenza tutte le altre sono delle potenziali rivali. A mio avviso tutti i Palii sono uguali e sono difficili allo stesso modo. Non esiste un Palio più facile da vincere rispetto ad un altro. Bisogna soltanto che questa buona sorte continui ad aiutarci fino in fondo”.

Sempre per i cavalli migliori?

“Sicuramente sì, sempre e comunque”.

Vi ritroverete con il sindaco il 18 luglio per trattare alcuni aspetti relativi anche al Regolamento del Palio, come ad esempio l’introduzione del cap per le prove. In linea di massima siete d’accordo?

“L’argomento è stato solo accennato. Il sindaco ci ha lasciato una settimana di tempo per poterne discutere insieme ed arrivare ad una conclusione”.

Conferma unanime al mossiere Ambrosione?

“Sì, il mossiere ha ricevuto la nostra fiducia anche per il prossimo Palio di agosto”.

Elena Casi