Orto e dintorni: al via otto incontri dedicati alla cultura della coltivazione della terra

agricoltura

Otto incontri per avvicinarsi alla cultura della terra, dell’orto e dell’olivo, fra biodiversità, buone pratiche e piccoli gesti quotidiani di attenzione e rispetto per l’ambiente. Sono quelli promossi dal Servizio Aree protette della Provincia di Siena e dall’Associazione Erbandando con il nome “Orto e dintorni”, che prenderanno il via sabato 16 febbraio alla Bottega di Stigliano e andranno avanti fino al mese di aprile. L’ultimo appuntamento sarà una visita guidata nella Riserva naturale del Basso Merse, fissata per domenica 5 maggio. Tutti gli incontri sono gratuiti ed è necessario prenotarsi scrivendo una email all’indirizzo [email protected] 

Il primo appuntamento, in programma sabato 16 febbraio dalle ore 9 alle ore 17, sarà dedicato alla pota-tura dell’olivo, con nozioni teoriche e pratiche in compagnia di Francesca Castioni, agronoma dello sportello sulla filiera corta della Provincia di Siena e Julien Luginbuhl, dottore in agraria. Nella prima parte della giornata saranno approfonditi la fisiologia dell’olivo e i diversi tipi di potatura, prima di spostarsi all’azienda agricola di Montestigliano per una dimostrazione pratica che sarà ripetuta anche nel pomeriggio. L’iniziativa è gratuita e sarà attivata al raggiungimento del numero minimo di 10 partecipanti. In caso di pioggia, l’incontro sarà rinviato a giovedì 21 o giovedì 28 febbraio. E’ consigliato indossare abbigliamento sportivo e scarponi.
“Orto e dintorni” tornerà con altri appuntamenti, in programma dalle ore 16 alle ore 19. Sabato 23 febbraio sarà la volta de “Il terreno e la fertilità dell’orto”, ancora in compagnia di Francesca Castioni, agronoma dello sportello sulla filiera corta della Provincia di Siena; sabato 2 marzo è, invece, in programma un appuntamento floreale con “Rose…che passione!”, per imparare a conoscere le rose, dalle diverse varietà alla potatura. All’appuntamento parteciperà Sandro Di Mare, paesaggista dell’AIAPP, Associazione italiana di architettura del paesaggio. Sabato 9 marzo si parlerà del “Valore della biodiversità agraria e della riproduzione degli ortaggi nell’orto familiare”, fra vecchie varietà ed esperienze toscane, con attenzione ai metodi di raccolta, all’essiccazione e alla conservazione dei semi. La serata vedrà la partecipazione di Francesca Castioni, agronoma dello sportello sulla filiera corta della Provincia di Siena. Erbe aromatiche coltivate e spontanee saranno al centro dell’appuntamento di sabato 16 marzo, con “Il giardino stupefacente”, insieme ad Anna Ghetti, biologa dell’azienda agricola Il Ramerino di Pitigliano, in provincia di Grosseto.

Due gli appuntamenti previsti nel mese di aprile, sempre dalle ore 16 alle ore 19: sabato 13 aprile è in programma “Il giardino ecosostenibile”, dedicato alla progettazione del giardino stando attenti all’inserimento nel paesaggio, alle specie e alle tecniche per risparmiare risorse, insieme a Sandro Di Mare, paesaggista dell’AIAPP, Associazione italiana di architettura del paesaggio. Sabato 20 aprile, infine, Francesca Castioni, agronoma dello sportello sulla filiera corta della Provincia di Siena e gli esperti del Servizio Aree protette dell’amministrazione provinciale senese parleranno del valore di consociazioni, siepi, filari e prati e della difesa preventiva e curativa delle piante ortive, nel corso dell’incontro dal titolo “In collaborazione con…la biodiversità”.