Il Terra di Siena Film Festival riceve il riconoscimento UNESCO

siena news cultura economia società

Grande soddisfazione del Terra di Siena International FIlm Festival che ha ricevuto oggi ufficialmente il riconoscimento dell’UNESCO per l’alto valore del Festival che mira alla promozione dei temi sociali e della tutela dei diritti umani attraverso il linguaggio del cinema di qualità. L’ambito riconoscimento è giunto dopo il grande successo della retrospettiva “Cinema e Musica” in omaggio a Vittorio De Sica in programma all’Amiata. La tre giorni dedicata al grande regista del neorealismo è stata presentata dalle conduttrici di Rai2 Laura e Silvia Squizzato e condotta dal compositore Manuel, figlio di Vittorio, nomination all’Oscar per la colonna sonora del film “Il giardino dei Finzi Contini”.  
La tre giorni è iniziata con la video conferenza “Di padre in figlio” sul Cinema Italiano, sono seguite le proiezioni affollatissime dei film restaurati “Ladri di biciclette” e “Miracolo a Milano”. Durante la tre giorni Manuel De Sica ha presentato il suo libro di memorie che accompagnano parte della vita del maestro dalla sua nascita alla scomparsa del padre, attraverso una galleria di personaggi celebri, tra i quali il regista newyorkese Woody Allen attualmente a Roma sul set del suo ultimo film, che ha voluto rivedere il film restaurato “Ladri di biciclette” in una proiezione privata.
Ad Abbadia San Salvatore la restrospettiva “Cinema e Musica” è stata arricchita, oltre che dalla proiezione di capolavori restaurati, anche da eventi collaterali come la una visita guidata alla vecchia miniera di mercurio, una delle più importanti al mondo, e la passeggiata lungo il sentiero Rigale della Macchia Faggeta con la guida d’eccezione del conduttore Federico Fazzuoli, dove hanno preso parte personaggi dello spettacolo, come la giornalista Daniela Brancati, il direttore di Rai2, le conduttrici Squizzato e tantissimi giovani