Engineering Siena, siglato accordo ‘mutilato’

“Rimane il rammarico di perdere la sede storica di Siena”, dicono i sindacati. Una giornata difficile quella di ieri pomeriggio dove sindacati e lavoratori si sono riuniti al tavolo delle trattative con Engineering. Un’assemblea molto discussa e dibattuta ma che alla fine ha prodotto risultati. C’è l’accordo, le proposte di Engineering hanno convinto i lavoratori, adesso manca solo la firma che verrà messa a breve.

I punti che hanno convinto i dipendenti di Siena sono stati: quattro giorni di smart working, una indennità giornaliera di 15,49 euro netti al giorno per la durata di un anno a partire da settembre 2020. La disponibilità da parte dell’azienda di reperire locali dove poter svolgere riunioni in team.

“Rimane naturalmente tutta l’amarezza per la definitiva chiusura della ormai storica sede di Engineering Siena , soprattutto per i disagi che comunque i lavoratori dovranno affrontare – afferma Jacopo Maccari di Cisl Siena e Grosseto -. Una ferita per il territorio sia economica che professionale difficile da rimarginare”.  “ Rimane purtroppo il rammarico per non essere riusciti a far tornare indietro l’azienda e per il fatto che non abbiano voluto riconoscere un adeguato e corretto compenso economico agli enormi disagi e ai costi che dovranno sostenere i lavoratori”. Ribadisce Massimo Onori, Fiom Cgil Siena.