Libera proietta a Monteroni un video su Felicia Impastato, la madre di Peppino

 

Felicia Impastato

LIBERA A SIENA – associazioni, nomi e numeri CONTRO LE MAFIE (c/o ACLI, Piazza La Lizza, 2 – 53100 Siena; tel. 349/660847,1 [email protected]; Facebook: Libera a Siena) organizza sabato 31 marzo 2012 ore 17,30 al supercinema di Monteroni d’Arbia la proiezione del video:

“Re-cordis. Felicia Bartolotta Impastato ricordata e raccontanta da tre donne”

realizzato dal gruppo di lavoro AU5

Tre donne raccontano la straordinaria vita di un’altra donna, a loro intimamente vicina per vincolo di parentela, d’affetto e di ideali: Felicia Vitale, Luisa Impastato (rispettivamente nuora e nipote di Felicia) e Anna Puglisi (co-fondatrice del Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato”) sono chiamate a descrivere la “loro” Felicia.

INTERVENTI:

 Jacopo Armini Sindaco Comune di Monteroni d’Arbia

 Grazia Lippi Consigliera con delega alle Pari Opportunità Comune di Monteroni d’Arbia

 Giulio Sica Referente Libera a Siena

RIFLESSIONI, IDEE, COMMENTI E PROPOSTE dal pubblico

ore 19,30 Aperitivo con i prodotti di Libera Terra gentilmente offerto dalla COOP Centro Italia e Libera a Siena

Felicia (1916 – 2004) nata a Cinisi (PA), condusse una vita difficile, per lungo tempo combattuta tra il ruolo di moglie di Luigi Impastato, parente e amico di mafiosi, e quello di madre di Peppino, fiero esponente della lotta antimafia. Dopo l’assassinio del figlio, rigettò la cultura mafiosa della vendetta, costituendosi parte civile nel procedimento contro i responsabili dell’omicidio, diventando così una delle figure più significative della lotta contro la mafia degli ultimi decenni.