L’agenda di Siena News – “Storie di amicizie e di scritture”, Francesco Ricci presenta il suo nuovo libro

“Storie di amicizia e di scrittura” a Palazzo Patrizi il libro di Francesco Ricci

Un saggio che indaga una stagione nella vita letteraria italiana nella quale i libri, soprattutto a Roma, nascevano anche attraverso un incessante confronto con colleghi e amici, in una circolarità d’esperienze e di vissuti
in cui ciascuno scrittore molto dava e molto riceveva in relazione al “mestiere di scrivere”. Si tratta di “Storie d’amicizia e di scrittura”, il nuovo libro di Francesco Ricci che verrà presentato in prima assoluta
martedì 13 ottobre alle ore 17,30 a Siena (Palazzo Patrizi, via di Città 75). Dialoga con l’autore Raffaele Ascheri. Prenotazione obbligatoria scrivendo a [email protected] <mailto:[email protected]> . Posti limitati nel rispetto delle disposizioni contro la diffusione del Covid-19.

Ad Area Verde Camollia la proiezione di Hudutların Kanunu (La legge del confine)

Scritto, sceneggiato e interpretato da Yilmaz Guney – punto di riferimento stabile nel cinema e nella cultura turca – diretto da Lutfi Omer Akad. Il film segna l’inizio del nuovo cinema turco, con il suo realismo incentrato su problematiche sociali ed economiche, una inversione di rotta rispetto ai film sognanti made in Turkey prima di esso. Appuntamento alle 20.30 in via del Romitorio, 4.

Continua la mostra al Siena Experience Italian Art

La mostra resterà allestita fino all’8 dicembre 2020 e sarà visitabile solo su prenotazione sempre ad ingresso libero. Oltre ad essere ‘fisica’ la mostra è anche virtuale: le opere infatti sono visibili sulla pagina
Facebook Siena Experience Italian Art (https://www.facebook.com/sienaexperienceitalianart ) affinché un pubblico
sempre più vasto possa partecipare all’acquisto e raccogliere più fondi possibili per le due associazioni a cui andrà l’intero ricavato delle vendite. Ogni singolo pezzo vede un prezzo fisso di acquisto di € 150,00 ma
l’organizzazione e i due curatori si faranno comunque da intermediari con l’artista finale se ci fossero richieste per donazioni maggiori: questo per ringraziare gli stessi artisti che si sono messi a disposizione e che restano i primi testimonial dell’operazione stessa. Le opere che non saranno vendute nel periodo della mostra, verranno restituite agli artisti.