L’agenda di Siena News – Le professioni nelle Forze armate e nelle Forze di polizia

Domani, giovedì 15 marzo, appuntamenti in tutta la città con cultura, arte e storia. Al Rettorato, un focus sulle strutture scientifiche e sui laboratori altamente specializzati delle Forze armate e delle Forze di polizia, una giornata dedicata interamente alle donne ai Rinnovati e le note del pianista Curtis per Erik Torricelli nell’ambito del Franci Festival.

“Le professioni nelle Forze armate e nelle Forze di polizia”

Un focus sulle strutture scientifiche e sui laboratori altamente specializzati delle Forze armate e delle Forze di polizia, che offrono opportunità di carriere per vari profili di laureati, sarà al centro dell’incontro organizzato all’Università di Siena. L’iniziativa dal titolo “Le professioni nelle Forze armate e nelle Forze di polizia” sarà aperta alle 17, presso l’aula magna storica del Rettorato, dal rettore Francesco Frati.
Per informazioni: [email protected] – www.unisi.it/usiena-open/aperitivo-imprese .

“Le vie di Ambrogio. Ambrogio Lorenzetti e l’arte sacra lungo le vie commerciali della Maremma senese”

Alle 17, presso la Sala degli Intronati in Palazzo Patrizi (via di Città, 75), sarà presentata la pubblicazione
curata da BCP Progetti Cultura ed edita da Effigi Edizioni.

Introdurranno:
Roberto Barzanti
Presidente dell’Accademia degli Intronati
Oris Carrucoli
BCP Progetti Cultura
Mario Papalini
Effigi Edizioni

Interverrà:
Bruno Santi
L’incontro pubblico, l’unico organizzato fino ad ora in occasione della grande mostra di Santa Maria della Scala, sarà l’occasione di approfondire il rapporto tra Ambrogio Lorenzetti e il territorio della cosiddetta “Maremma senese”, le opere che ha realizzato, le committenze per cui ha operato, i temi e le simbologie espresse, le economie che contraddistinguevano i territori del contado di Siena.

Franci Festival: le note del giovanissimo pianista Curtis per Erik

La musica del Franci Festival suona per Erik Torricelli, giovane studente del Franci prematuramente scomparso. La rassegna di musica da camera del conservatorio senese torna con il secondo appuntamento della stagione dedicato alle più belle pagine pianistiche del repertorio solistico. Per l’occasione il palco dell’Auditorium, in Prato Sant’Agostino, ospiterà Curtis Phill Hsu, classe 2004, giovanissimo talento del Mozarteum di Salisburgo e cugino dello studente del Franci a cui è dedicato il concerto.

La performance, in programma alle  18, metterà in scena le sorprendenti doti di Curtis Phill Hsu che ha iniziato lo studio del pianoforte e del violino a 4 anni a Taipei, Taiwan. Il concerto si aprirà sulle note di Johann Sebastian Bach e proseguirà con le Sonate di Ludwig van Beethoven. Il programma della serata proseguirà con l’esecuzione del ‘Rondò Capriccioso, op. 4’ di Felix Mendelsshon e con l’omaggio a Franz Liszt, una delle personalità più brillanti tra i compositori di musica classica. Un’occasione speciale per raccontare l’amore per la musica di Erik, a cui il Conservatorio Franci ha dedicato anche l’Aula 16 dell’istituto che il giovane musicista frequentava.

Al Teatro dei Rinnovati per una Siena, città “libera” dalla violenza sulle donne

I diritti delle donne e la violenza di genere saranno al centro delle prossime iniziative di Siena Città Aperta. Si intitola “Una città per le donne” il progetto realizzato dalla Compagnia MOTUS in collaborazione con le associazioni della società civile coinvolte ogni giorno nella battaglia per i diritti delle donne (Centro Culturale Mara Meoni, Associazione Atelier Vantaggio Donna, Nonunadimeno Siena), i centri anti-violenza (Donna chiama Donna ed Associazione Aurore) e con associazioni e istituzioni artistiche e culturali come l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”, il Siena Foto Club e Visionaria Film Festival. L’evento, in programma giovedì 15 marzo al Teatro dei Rinnovati dalle 19.30, sarà ad ingresso libero e unirà teatro, musica, danza, proiezione di cortometraggi e fotografia.

S’inizia nel foyer del teatro, con l’inaugurazione di due mostre: la prima è una foto-installazione di Luciana Petti dal titolo “Le parole non sono farfalle” incentrata sul concetto di “pregiudizio” e sui preconcetti che portano alla discriminazione di genere. La seconda è una mostra fotografica dal titolo “al Femminile” realizzata dal “Siena Foto Club”. “Osservare le donne senesi è osservare Siena – dice il presidente Carlo Pennatini – e il nostro impegno è stato quello di fotografare la bellezza femminile mettendone in risalto l’impegno, l’accoglienza, la tenerezza, l’altruismo, la determinazione, il successo ed anche la normale vita quotidiana”. A seguire, alle 20.30, sempre al teatro dei Rinnovati saranno proiettati i migliori cortometraggi sul tema del femminile selezionati dall’Associazione Visionaria tra i partecipanti alle edizioni 2015, 2016 e 2017 del “Visionaria Film Festival”.

Alle 21.30 la serata si concluderà con “Dimmi che mi ami”, spettacolo della Compagnia MOTUS prodotto con il sostegno di Regione Toscana e Comune di Siena, che affronta il problema della precarietà delle relazioni affettive, della violenza e del femminicidio. Lo spettacolo, nato dalla collaborazione con il musicista e compositore napoletano Daniele Sepe, che firma le musiche originali, vede la partecipazione di Martina Agricoli, Andrè Alma, Carolina Fineo, Ilaria Fratantuono, Simona Gori, Roberta Morello e Mattia Solano, su coreografie di Simona Cieri.