Cultura persiana ed ebraica alla Corte dei Miracoli

Domenica 20 e lunedì 21 marzo saranno giornate di incontro tra mondi differenti e culture spesso in conflitto, per un messaggio di pace e tolleranza. E’ così che la vocazione multiculturale della Corte dei Miracoli rende protagoniste la cultura persiana ed ebraica, le quali invaderanno letteralmente gli spazi associativi di via Roma con due giornate dense di appuntamenti. Si parte domenica 20 con i festeggiamenti per il Nowruz, ovvero il capodanno persiano, che coincide con il primo giorno di primavera. La giornata comincerà alle 11 con un seminario introduttivo alla conoscenza pratica della danza rituale dei Sufi. I partecipanti potranno apprendere alcuni ritmi eseguiti con i tamburi tipici della tradizione araba, conoscere gli strumenti musicali tradizionali ed alcuni brani di canti Sufi e della musica sacra islamica. Al tempo stesso l’incontro sarà concentrato sui movimenti e la tecnica primaria della danza spirituale Sufi dei Dervisci rotanti. A guidare questa esperienza, il maestro Pejman Tadayon, musicista e pittore iraniano che vive a Roma, esperto delle tradizioni Sufi.

corte dei miracoli3

Dalle 14 pranzo persiano con un ricchissimo menù di pietanze tipiche dell’Iran, testimonianza tangibile della multiculturalità di questo paese. La cucina persiana è raffinatissima, con il suo uso di zafferano, riso basmati, curcuma, pistacchi, erbe aromatiche. In serata si terrà un concerto dedicato alla musica e poesia Sufi. La prenotazione per il seminario e per il pranzo è obbligatoria, si può chiamare Mohsen al 328/8822759 oppure mandare una e-mail ad [email protected]

La Corte dei Miracoli ospiterà poi la manifestazione Siena che danza “Danza e musica nella tradizione ebraica”. Si parte domenica alle 11, alla Sinagoga di Siena, con una conversazione con rav Crescenzo Piattelli, Steven WeintraubEnrico Fink e la proiezione di brani dal film documentario “Let’s dance” di Gabriel Bibliovic. Dalle 16, alla Corte dei Miracoli, workshop di danze klezmer condotto da Steven Lee Weintraub e la Balagan Café Orkestar. Steven è un insegnante, coreografo e performer di danza ebraica, in particolare di danze yiddish. Le danze yiddish nascono come celebrazioni del ciclo di vita: matrimoni, feste religiose o altri momenti di gioia che accompagnano la vita delle persone e della comunità.

Statunitense, Steven Lee Weintraub ha ricevuto la sua formazione di danza a Manhattan da alcuni insegnanti celebri come Alvin Ailey e Erick Hawkins. Richiesto come insegnante di danza tradizionale yiddish nei festival e workshop di tutto il mondo, ha dedicato gran parte della sua carriera proprio alla creazione e l’esecuzione di danza ebraica. La due giorni si chiuderà lunedì alle 20:30, sempre alla Corte dei Miracoli, con “Aspettando Purim! Festa di musica e danze Klezmer” con Enrico Fink e la Balagan Café Orkestar e Steven Lee Weintraub.

corte dei miracoli2

Una serata all’insegna del divertimento, per chi ha già imparato qualche passo di danza durante il workshop ma anche per chi invece ama solo ascoltare. Enrico Fink, leader della balagan Orkestar, è nato nel 1969 a Firenze. Ha all’attivo produzioni e incisioni che vanno dal jazz alla musica contemporanea, dalla musica di strada alla musica sacra; si è esibito come cantante, ma anche come attore, flautista e corista, sui palchi più diversi, dal Festival di Sanremo al Quirinale, dalle discoteche a festival internazionali di musica classica, dal marciapiede ai maggiori teatri di prosa. Da molti anni ormai il suo lavoro si concentra sulle tradizioni musicali ebraiche, ed è regolarmente in tournée in Italia, Europa e Americhe con programmi musicali, spettacoli teatrali e conferenze su temi che vanno dalla musica ebraica est europea al repertorio sinagogale italiano.

Per informazioni e prenotazioni: Sinagoga di Siena tel 0577271345; [email protected]