A Torrita di Siena si sfidano cantanti provenienti da tutto il mondo

Torrita di Siena diventa per tre giorni un centro musicale dove si sfidano cantanti provenienti da tutto il mondo. Da venerdì 11 a domenica 13 maggio, si svolge la settima edizione del Concorso internazionale di canto lirico “Giulio Neri”. La manifestazione, diretta da Eleonora Leonini, è dedicata alla illustre voce di basso torritese che seppe affermarsi sulle scene più prestigiose, al fianco di personaggi come Maria Kallas e Beniamino Gigli. E ora tocca agli eredi potenziali di quelle star internazionali: al Teatro degli Oscuri, in Piazza Matteotti, accorrono i nuovi volti della lirica, dalla Corea del Sud al Brasile, dal Nord Europa alla Russia, ma sono numerose anche le voci italiane. Saranno eseguite centinaia di arie d’opera, alcune delle quali celeberrime, altre ben più ricercate e inusuali: spicca nel folto programma il grande repertorio di Verdi, Mozart, Puccini, Wagner, Ciaikovskij, Bellini, Bizet e dei tanti altri compositori che hanno scritto sui loro pentagrammi la storia della cultura musicale.

 

Un anno di rinnovamento per il concorso “Giulio Neri”, visto che il Comune di Torrita ha affidato l’organizzazione alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, per un connubio che ha già ottenuto risultati significativi, come sottolinea il Sindaco di Torrita, Giordano Santoni: “Siamo particolarmente soddisfatti per questa nuova collaborazione: il Comune di Torrita fa parte della Fondazione Cantiere e ci è sembrato ovvio coniugare la nostra esperienza con le competenze della realtà culturale più attiva del territorio.”

Unire le forze per far fronte alla crisi è la soluzione indicata dal primo cittadino: “In un momento di tali difficoltà economiche è fondamentale lavorare insieme per la promozione della cultura, un settore che in questo contesto rischia di essere smantellato e che invece vogliamo rafforzare con una visione di area più ampia e coraggiosa”.

 

Tra le novità più significative di questa nuova cooperazione c’è il nuovo Premio speciale del pubblico che si somma a quelli attribuiti dalla giuria di esperti: durante la finale, in agenda per domenica 13 maggio, ore 16.00, sarà quindi assegnato un riconoscimento di 400 euro con il voto degli spettatori presenti in sala. Gli appassionati, così come i neofiti, possono esprimere la loro preferenza e premiare il cantante preferito. A giudicare i concorrenti, per tutti e tre i giorni delle esibizioni, c’è una commissione di autorevoli esperti che rappresentano le diverse realtà dell’universo musicale e che attribuisce gli altri 5 premi previsti, uno dei quali è un’ulteriore innovazione, essendo destinato al miglior giovane talento ed è offerto dal melomane Amedeo Monfardini. L’ingresso è aperto gratuitamente al pubblico per tutta la durata della competizione (per la giornata conclusiva, è possibile prenotare i posti contattando la Fondazione Cantiere: tel. 0578 757007 – [email protected]). Hanno già confermato la loro presenza anche i figli di Giulio Neri.

 

L’evento si apre venerdì 11, alle ore 10, con il concerto rivolto agli studenti delle scuole di Torrita: la soprano Noemi Sechi, accompagnata dal maestro Luciano Garosi, propone il programma intitolato “Le donne di Puccini”, per trasmettere ai ragazzi l’interesse e la di un linguaggio sempre attuale, quello dell’opera lirica.