A Siena musei aperti, enogastronomia e web 2.0 per la Giornata Nazionale del Trekking Urbano

Sabato 21 aprile lungo il percorso saranno istallati alcuni pannelli Qr code per condividere l’esperienza su Facebook
A Siena musei aperti, enogastronomia e web 2.0 per la Giornata Nazionale del Trekking Urbano
I ristoranti senesi propongono un’offerta culinaria con piatti tipici da 8 a 22 euro

Tre giorni, da venerdì 20 a domenica 22 aprile, per scoprire Siena a piedi lungo un percorso sulle tracce dell’acqua. E’ la IX Giornata Nazionale del Trekking Urbano che, per la prima volta in primavera, approda a Siena e in altre sedici città d’Italia per riscoprire i centri storici come spazi da percorrere a piedi senza fretta, riappropriandosi del tempo, della memoria e dell’identità dei luoghi.

Una città alla ricerca dell’acqua, il percorso di Siena. Da Piazza del Campo, il percorso proposto ai visitatori si snoderà attraverso i luoghi dell’acqua per via Duprè, nella Contrada dell’Onda e i vicoli della “Fonte Serena”. In via dei Percennesi, poi, saranno svelati i resti di una singolare mescita di vino “take away” medievale e gli unici merli ghibellini, a coda di rondine, ancora visibili a Siena. Si proseguirà verso la Costa Larga, fino a giungere alla fontanina della Nobile Contrada dell’Aquila. Nella piaggia di Monna Agnese e in Piazza San Giovanni, poi, si potranno ammirare i resti della spiaggia ciottolosa che testimoniano la presenza del mare a Siena quattro milioni di anni fa. Dalla piazzetta della Selva, lungo il Fosso di Sant’Ansano, si raggiungerà via della Diana, nella zona dove, secondo la leggenda, scorreva il fiume sotterraneo, a lungo cercato in epoca medievale. Quasi alla fine della via, si ammirerà l’ex chiesa barocca della Madonna del Rosario, oggi sede della “Casa del Cavallo” della Contrada Chiocciola e un pozzo di pietra, conosciuto come il “pozzo degli affogasanti”.

 

 

Il percorso proseguirà per via delle Cerchia e lungo gli Orti dei Tolomei, dove si potrà ammirare “The Drop”, la scultura dello scultore Tony Cragg, più conosciuta come “La pera”. Si tornerà, poi, in via Duprè per raggiungere Piazza del Mercato, da dove sarà possibile ammirare gli antichi lavatoi. Da via Salicotto si raggiungerà il Ponte di Romana e poi via dei Pispini, il cui nome si rifà ai “pispini”, ovvero le cannelle da cui zampilla l’acqua della omonima fonte. Attraverso via Pantaneto si tornerà in Piazza del Campo per ammirare l’ultima tappa, Fonte Gaia. Il percorso ha un tempo di percorrenza di 2 ore e mezzo circa; una lunghezza di 3 chilometri un livello di difficoltà facile. Gli orari di partenza dei percorsi di sabato 21 aprile sono i seguenti: 17.30; 17.45; 18; 18.15; 18.30; 18.45; 19; 20.30; 20.45; 21; 21.15; 21.30.

 

 

 

A Siena il Trekking Urbano non è solo acqua, ma golosa esperienza enogastronomica e culturale. A Siena, capofila dell’evento, la giornata si coniugherà con la tradizione gastronomica e i grandi vini toscani: diciannove ristoratori, infatti, nel corso dell’evento, promosso in collaborazione con Confesercenti e Confcommercio, proporranno il “Piatto del Trekking”. A tutti i partecipanti sarà, inoltre, consegnato un buono gratuito per “Il Calice del Trekking”, una degustazione di vino che potrà essere consumata la sera di sabato 21 aprile presso l’Enoteca Italiana. Ad accompagnare l’itinerario senese saranno anche alcune iniziative collaterali, promosse dal Comune di Siena in collaborazione con l’Associazione La Diana: l’apertura del Museo dell’Acqua (sabato 21 aprile); le visite guidate al Complesso museale del Santa Maria della Scala (sabato 21 aprile). Infine, per la prima volta, quest’anno la Giornata Nazionale del Trekking Urbano proseguirà a passo del Nordic Walking, per riscoprire Siena in maniera più dinamica (domenica 22 aprile).

Il Trekking Urbano è sempre più un evento web 2.0. I trekker saranno accompagnati da guide esperte in un viaggio dei sensi che potranno vivere e condividere in rete con gli strumenti del web 2.0. Cuore della strategia on line del trekking urbano è la nuova fan page Facebook, dedicata alla presentazione di tutti gli itinerari proposti dalle città che parteciperanno alla tappa primaverile. Una piazza aperta dove chiunque potrà curiosare alla scoperta dei percorsi inediti ed entrare a fa parte della community online per scambiarsi consigli, commentare i post e condividere foto e video. In via sperimentale, lungo gli itinerari senesi di primavera saranno istallati alcuni pannelli Qr code per segnalare ai partecipanti la possibilità di condividere immagini e video attraverso la pagina Fb del trekking, da postare in tempo reale attraverso il proprio smartphone. Ma la vera novità della fan page è la sezione “Facce da trekking” dove saranno caricate tutte le immagini scattate nel corso dell’evento del 21 aprile a Siena, sulle tracce dell’acqua.

Per informazioni sulla IX Giornata Nazionale del Trekking Urbano a Siena è possibile telefonare all’Ufficio Turismo del Comune di Siena al numero 0577 292178, inviare un’e-mail all’indirizzo [email protected] oppure visitare il sito internet www.trekkingurbano.info o la pagina Facebook “Trekking Urbano”.