‘La pasta di casa’ per i piccoli ricoverati. Inaugurata la cucina di Oncoematologia Pediatrica




Un luogo piccolo, ma delicato, funzionale, dove non mancano i colori. Ed i sapori, il sapore di casa. Perché quando casa ti manca, le cose che vorresti vicino sono proprio quelle che te la ricordano, come può essere un piatto di pasta cucinato dalla mamma. E’ con quest’idea che l’Atl Siena Onlus, Associazione Toscana contro le leucemie e i tumori del bambino, si è impegnata nella realizzazione di un luogo dove i genitori dei piccoli ricoverati in Oncoematologia Pediatrica potessero dedicarsi alla preparazione dei pasti. Un progetto nato proprio dallo spunto di uno di questi piccoli giganti che in una lettera al ‘direttore dell’ospedale’ scrive: “mi trovo benissimo, ma manca la pasta della mamma!” e allora, l’impegno dell’Atl è stato proprio quello di ‘addolcire’ le degenze, spesso molto lunge, dei bambini del reparto.

Al quarto lotto, piano 4s, all’interno della Pediatria dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, da oggi sarà possibile utilizzare la piccola cucina composta da mobili a bassa carica microbica.

“Siamo molto felici di questa inaugurazione – ha detto Katia Landi, presidente ATL Siena Onlus –. Con questa cucina, piccola ma funzionale, permettiamo alle mamme dei piccoli ricoverati in Oncoematologia di poter cucinare ai propri figli. Grazie alla generosità di alcune persone siamo riusciti a fornire un servizio aggiuntivo all’interno della Pediatria.

Ringrazio in particolare i Ragazzi dell’Oca Nera, SienaNews -Dinamo Digitale, la famiglia Cinelli, l’Associazione Amici per la Musica, Marco Salomone, Maria Vittoria Polloni ed Andrea Marinozzi, l’Associazione Centro Studio Danza, le Vecchie Glorie del Coordinamento Femminile delle Contrade. Le donazioni sono frutto di ricavati di cene, iniziative varie, regali di compleanno o di nozze, gesti nobili che riempiono di felicità il cuore dei piccoli pazienti de Le Scotte”.