Vacanze in Corsica, breve guida per… non perdersi!

Vacanze in Corsica, breve guida per… non perdersi!

La Corsica può ben rappresentare una delle scelte preferite da parte di tutti coloro i quali stanno pensando come organizzare le proprie prossime ferie primaverili ed estive. Ma che cosa merita sicuramente una visita? Dove dovete assolutamente puntare il vostro navigatore?

Subito dopo aver trovato le migliori proposte con il comparatore prezzi traghetti veloci per la Corsica da Livorno, rendendo così più conveniente la traversata verso questa isola, vi suggeriamo di effettuare un percorso alternativo mettendo nel mirino Calvi, una piccola e graziosa città situata nella parte nord occidentale dell’isola, nella Balagne. Il paesino – abitato da circa 5.000 abitanti – si arrocca in maniera davvero straordinaria sugli scogli, diventando una vera e propria cittadella fortificata di cui, ancora oggi, si può godere con grande emozione. Tra le cose da vedere c’è sicuramente la Cattedrale di San Giovanni Battista e quella che, si dice, sia stata la casa di Cristoforo Colombo.

Per rinfrancarsi da una bella visita a Calvi, niente di meno che mettere sul proprio navigatore St. Florent. Si tratta di un paesino ancora più piccolo della vostra prima meta, ma che d’estate si trasforma in una delle principali località balneari di tutta l’isola. Tra i punti di maggiore attenzione c’è evidentemente Desert des Agriates, una zona di interesse naturalistico che regala la spiagga di Loto e la spiaggia di Saleccia, due delle aree costiere più apprezzate di tutta l’isola.

Se poi preferite rivolgere lo sguardo a un mondo più cittadino, niente di meglio che recarsi ad Ajaccio, la più grande città della Corsica con i suoi 65 mila abitanti. Qui si trova il Parlamento regionale e, soprattutto, diversi punti che ricordano che vi è nato Napoleone Bonaparte. Si trova dunque la casa – museo della famiglia del noto generale francese, visitabile tutti i giorni, domenica compresa, tranne il lunedì.

Se poi tutto ciò non è abbastanza e volete trascorrere qualche altra ora ad ammirare alcune delle principali bellezze dell’isola, vi suggeriamo di puntare l’attenzione verso Corte, nel cuore dell’isola, tra i fiumi Tavignano e Restonica, dove il generale Pasquale Paoli (a cui è stato dedicato il corso principale del paese) ha organizzato la guerra contro i genovesi. Una guerra durissima, che per 14 anni ha caratterizzato la resistenza corsa contro Genova: Genova che, per onor di cronaca storica, fu sconfitta… lasciando però ampio spazio ai francesi, che cercarono di dominare l’isola facendo insorgere quel sentimento di nazionalismo che tutt’ora è vivo nel territorio.

Chiudiamo infine con il Lac de Nino, o Lago di Nino, situato a soli 40 km da Corte. Si tratta di un luogo di grandissimo interesse ambientale e naturalistico, che vi richiederò un po’ di impegno per poter essere raggiunto. Si trova infatti sull’Altipiano Camputile, a 1.700 metri di altezza. Ghiacciato per quasi metà anno, è da maggio a settembre che vi regalerà gli scorsi più emozionanti. Una vera e propria meta d’obbligo per tutti gli appassionati delle escursioni naturalistiche, che potrete raggiungere seguendo vari itinerari più o meno impegnativi.

Tags