Pubblicato il bando rigenerazione urbana: dalla Regione oltre 4 milioni per i comuni toscani

E’ pubblicato sul Burt, il bollettino ufficiale della Regione Toscana, il bando per la rigenerazione urbana, che destina oltre 4 milioni di euro ad interventi per migliorare e innovare il tessuto urbano nelle aree interne della Toscana. L’atto di riferimento è il decreto dirigenziale n. 4439 del 21/03/2019, consultabile da oggi. L’assessore regionale al governo del territorio ha inviato una lettera a tutti i Comuni potenzialmente interessati per segnalare l’iniziativa ed invitarli a presentare i loro progetti.

Il bando prevede l’assegnazione di 4.036.000 euro nell’arco delle annualità 2019 (916.000), 2020 (1.220.000) e 2021 (1.900.000) sulla base di una graduatoria che premierà non solo la coerenza con gli strumenti urbanistici e con i progetti di rigenerazione delle aree interessate, ma anche il livello di partecipazione pubblica all’intervento proposto, le scelte di edilizia sostenibile, le forme ‘sperimentali’ che potranno fare da progetto pilota.

L’assessore regionale al governo del territorio sottolinea come la finalità di questo bando sia quella di stimolare e supportare i comuni nel mettere in pratica uno degli obiettivi principali delle politiche della Regione Toscana in materia di governo del territorio, che è quello di limitare, in linea con quanto previsto dalla legge regionale n.65/2014 sul paesaggio, il consumo di suolo, rivitalizzando e ripensando i centri abitati e coinvolgendo attivamente anche i privati. Si tratta, spiega ancora, spesso di interventi complessi in cui la governance pubblica riveste un ruolo di grande rilievo. L’assessore ricorda ancora come la Regione abbia deciso di destinare nuove risorse all’innovazione urbana e di farsi parte attiva a fianco dei comuni finanziando queste operazioni che hanno come fine quello di mettere in atto interventi di qualità con l’obiettivo di prevenire il degrado e di recuperare aree ‘critiche’.

Il finanziamento regionale massimo previsto sarà di 800.000 euro. Il Comune che parteciperà al bando dovrà impegnarsi a compartecipare all’opera per almeno il 20% dell’importo. E’ inoltre incentivata la partecipazione di soggetti privati, che potrà riguardare sia direttamente gli edifici e le aree oggetto di intervento, in termini di realizzazione o gestione dell’opera, che il contesto urbano in cui l’intervento si inserisce.

I Comuni, singoli o associati, che intendono partecipare dovranno presentare domanda entro e non oltre il 14 giugno 2019, utilizzando la modulistica allegata all’atto. Per informazioni è possibile scrivere alla segreteria della Direzione urbanistica e politiche abitative: [email protected]

Tags