“Più che creatura”, al Tempio di San Biagio si ammira il Paradiso di Dante

La strada serrata e bianca stavolta non ci condurrà nella ‘perla di travertino’ del Tempio di San Biagio ma ci porterà direttamente nell’Empireo, sede di tutti i beati. Nella solitaria opera ai piedi di Montepulciano i visitatori, venerdì 21 giugno alle 21.15, potranno vedere la Vergine Maria e i tre cerchi della Trinità

Il Tempio di San Biagio a Montepulciano ospiterà l’evento Più che creatura. Il celebre organista e compositore tedesco Johannes Matthias Michel accompagnerà il poeta e dantista Lorenzo Bastida in una lettura commentata del canto trentatreesimo del Paradiso, ultimo canto della Divina Commedia e vertice riconosciuto della nostra lingua.

A punteggiare e sostenere l’esegesi testuale, il maestro Michel eseguirà sul prezioso organo a canne costruito nel 1781 da Alamanno Contucci brani dei compositori tedeschi Hans Buchner (1483-1538) e di Arnolt Schlick (1455-1525). Per l’occasione, l’organista tedesco omaggerà la Madonna del Buon Viaggio, raffigurata nell’affresco di scuola duccesca custodito nell’altare maggiore, con un’inedita composizione ispirata alla preghiera Vergine madre, figlia del tuo figlio,rivolta da San Bernardo di Chiaravalle alla Vergine Maria in apertura di Canto.

Chiuderà la serata la lettura integrale del Canto dantesco. Per maggiori informazioni sull’iniziativa, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, è possibile contattare lo 0577 286300 oppure scrivere a [email protected]