‘Pd cittadino unito per Bruno Valentini Sindaco di Siena, per ridare una guida alla città’

Piazza del Campo

“Il voto del 26 e 27 maggio, con il crollo della partecipazione anche in regioni di comprovate tradizioni civiche come la Toscana, segnala che è ancora molto elevato il rischio di corto circuito tra crisi della politica, delle istituzioni e recessione, con pesanti conseguenze sociali. Una miscela esplosiva che, in diversi precedenti nella storia, ha prodotto effetti devastanti”. Con queste parole si apre il documento approvato a maggioranza ieri sera (30 maggio) dalla direzione dell’Unione comunale del Partito democratico di Siena.

“Cresce la responsabilità dei partiti – si legge poi nel documento – e si alza il livello della complessità della loro risposta: più idee, più coerenza con i propri valori, più trasparenza e democrazia nella gestione interna, lotta ai personalismi. Le amministrative hanno premiato quei partiti come il Pd che dispongono di candidati credibili, di personale, militanti e volontari attivi nel territorio. Partiti come il Pd che conoscono i problemi della loro città ed hanno proposto soluzioni realizzabili. E’ il rapporto con il territorio che ha fatto la differenza ed ha ridimensionato la novità politica emersa nelle elezioni di febbraio, come il Movimento Cinque Stelle. Un fenomeno che, tuttavia, è ben lungi dall’essere riassorbito, perché non è guarita la malattia della democrazia italiana, che produce antipolitica e disaffezione, sfociando in un voto fuori dai partiti tradizionali”.

“A Siena il risultato del Partito Democratico è stato determinante per portare Bruno Valentini ed il centrosinistra ad un risultato favorevole per vincere al ballottaggio. L’Unione Comunale ringrazia tutti i senesi che hanno dato fiducia a Valentini, al Pd e alla coalizione, ed hanno espresso la loro preferenza personale ai candidati a Consigliere comunale. La tenuta del partito dimostra che il Pd, con il 25,19 per cento, si conferma ancora la principale forza politica della città, formata da una squadra forte e dinamica, che molti senesi hanno avuto modo di conoscere e di apprezzare. Un risultato importante al quale hanno contribuito in misura rilevante le idee che ha portato Alessandro Mugnaioli durante le primarie”.

“La città ha capito che sono stati il Pd e la giunta Ceccuzzi-Mugnaioli ad avviare, già un anno fa, un processo di profondo cambiamento. Il Pd lo ha fatto pagando un prezzo molto alto e perdendo un’amministrazione che stava facendo bene, dalla quale, per molti aspetti, occorre ripartire. Il Pd è l’architrave sul quale poggiare sia la vittoria di Valentini al ballottaggio, sia successivamente la qualità e la stabilità della nuova amministrazione. Il Pd cittadino è impegnato per la vittoria di Bruno Valentini per dare alla città l’unica amministrazione in grado di governare Siena e svoltare dopo un anno difficilissimo, in cui è stata priva di una guida per chiare responsabilità di forze che oggi sono fuori dal Pd e saranno sempre precluse da qualsiasi rapporto.”

“Una realtà della quale non possono che prendere atto tutti coloro che hanno a cuore l’unico obiettivo del Pd: far vincere Bruno Valentini per dare a Siena un governo progressista che sia all’altezza della decennale tradizione di buongoverno per la ripresa economica e sociale”.

“Le liste civiche e quello che resta del Pdl non sono in grado di governare Siena. La campagna elettorale ha dimostrato che nemmeno di fronte ad un passaggio così difficile per la città si è formata una classe dirigente alternativa al centrosinistra. La direzione dell’Unione Comunale esprime solidarietà politica e personale a  Giulio Carli e Niccolò Guicciardini il cui operato e senso di responsabilità hanno contribuito alla tenuta del Pd nelle elezioni amministrative più difficili del dopoguerra e in presenza di iniziative concorrenziali che hanno puntato, anche dall’interno del partito, a ridimensionare peso politico ed elettorale del Pd”.

“La direzione – recita infine il documento – dà mandato al segretario di convocare l’assemblea comunale, per i giorni successivi al 10 giugno, con all’ordine del giorno le modalità di elezione del nuovo segretario dell’Unione Comunale. La direzione ringrazia tutti i candidati della lista Pd che con il loro impegno e consenso personale hanno contributo al risultato del partito”.

Tags