Gsk: intesa raggiunta con (quasi) tutti i sindacati. Manca la Cgil

GSK Vaccines esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta con le rappresentanze sindacali di Femca Cisl e Uiltec Uil, improntata al rispetto dei lavoratori e a tutela del sito di Siena e Rosia nel lungo periodo. L’ipotesi di accordo è stata siglata dopo un lungo percorso di confronto che, a partire dal mese di ottobre, ha visto l’azienda condividere con la RSU e tutte le organizzazioni sindacali la strategia del prossimo biennio.

Il dialogo si è focalizzato principalmente su un processo di revisione dell’assetto organizzativo che permettesse al sito una maggiore competitività in termini di attrazione di ulteriori volumi e investimenti nel futuro, la valorizzazione delle competenze maturate negli anni e un progressivo ridimensionamento del numero totale delle collaborazioni temporanee.

Nonostante le numerose opportunità di incontro con tutte le sigle e l’apertura dimostrata nel recepire buona parte delle loro richieste, non è stato possibile arrivare ad una intesa unitaria anche con la delegazione Filctem Cgil. GSK ritiene quindi di aver compiuto tutti i passi necessari ad accogliere tutte le proposte presentate, tutelando al tempo stesso l’azienda, le persone e il sito nel medio e lungo periodo.

Il documento siglato include, a partire da gennaio 2019, la conversione di 40 contratti in somministrazione a contratti a tempo indeterminato GSK e circa 100 conversioni a contratto in somministrazione a tempo indeterminato (staff leasing), dando rilevanza al requisito di anzianità di servizio e stabilizzando così competenze maturate negli anni nelle aree chiave in produzione e in qualità. Questo si aggiunge alle oltre 1000 assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel corso degli ultimi dieci anni a Siena e Rosia, di cui 600 stabilizzando precedenti contratti temporanei e staff leasing.

Inoltre, è stato concordato di elevare fino ad un massimo del 15% la percentuale di utilizzo dei contratti in staff leasing per il biennio 2019/2020, estendendolo a tutte le aree aziendali e a tutte le posizioni di GSK Vaccines srl, seguendo i nuovi criteri di graduatoria stabiliti dall’accordo, e continuando a rimanere al di sotto dei limiti previsti dalla legge (20%).

Quanto sopra permetterà un progressivo ridimensionamento nei prossimi anni del numero totale delle collaborazioni temporanee, in linea con il piano di evoluzione dell’azienda e in seguito alla conclusione di alcuni progetti che arriveranno a compimento, oltre che in considerazione delle recenti normative italiane sul lavoro.

L’azienda continuerà ad avvalersi di contratti temporanei che permettono al sito di rispondere in maniera flessibile e sostenibile alle necessità di business, pur rimanendo sotto il limite stabilito dalla legge e dalla contrattazione collettiva.

Accogliendo una richiesta pervenuta dalle sigle sindacali, l’azienda si impegnerà in futuro a utilizzare contratti a tempo determinato alle dirette dipendenze di GSK, laddove le esigenze aziendali lo consentano.

In fine, le parti si sono impegnate ad istituire un Osservatorio Aziendale, bilaterale e paritetico, con l’obiettivo di monitorare e valutare con le rappresentanze sindacali eventuali azioni in relazione alle prospettive produttive ed alle eventuali evoluzioni normative per il biennio 2019/2020.

GSK ha intenzione di mantenere nel tempo un dialogo aperto con le rappresentanze sindacali, nell’ottica di una collaborazione mirata a garantire la continuità delle attività di Siena e Rosia, che da oltre 100 anni producono innovazione, stimolando lo sviluppo sul territorio di un ecosistema integrato di realtà impegnate nelle scienze della vita.

Tags