A siena il progetto Sidecar va avanti. La città sempre più cardioprotetta




Dopo oltre un anno dalla sua inaugurazione, nel dicembre 2015, nella seduta della Giunta di ieri è stata approvata la prosecuzione del progetto “Sidecar” che, grazie alla collaborazione del Comune con l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Siena, il reparto di Cardiologia Universitaria, la sezione senese dell’associazione “Cardiotrapiantati italiani” e altri soggetti privati, prevede l’installazione di defibrillatori semiautomatici in varie zone della città e del territorio comunale.
Il progetto, che ha permesso anche di attivare moduli di formazione alle manovre salvavita nei confronti di tutti i cittadini interessati, potrà svilupparsi ulteriormente grazie al prezioso supporto di ChiantiBanca, la quale ha accordato la sponsorizzazione richiesta a tale scopo dall’Amministrazione comunale. Alle otto postazioni già installate o in corso di installazione ne saranno aggiunte altre grazie al contributo di 22mila euro concesso dall’istituto bancario.
“E’ con grande soddisfazione – commenta il vicesindaco Fulvio Mancuso con delega alla Smart City – che integriamo e rafforziamo questo efficace percorso di collaborazione, nato nello spirito della Smart City e delle reti di protezione sociale e articolato su competenze diverse, con l’obiettivo di rafforzare l’immagine di Siena come città d’avanguardia in ambito socio-sanitario. Il progetto è in continuo divenire, in quanto l’obiettivo è quello di diffondere in modo quanto più capillare la presenza dei defibrillatori in tutto il territorio comunale, nonché la formazione dei cittadini all’apprendimento delle manovre salvavita”.