Quidditch: i Ghibellines sfiorano la European Cup




Il Siena Ghibellines Quidditch Club è reduce dalla trasferta in cui ha disputato l’Italian EQC Qualifier, il torneo tra le migliori squadre delle tre aree italiane (Nord, Centro e Sud). Lo scopo della competizione, disputata lo scorso 16 Dicembre presso il campo da rugby “Crespi” di Milano ed organizzata dalla Associazione Italiana Quidditch, è di quelli che fa tremare le gambe: assegnare l’ultimo posto disponibile per la prossima European Quidditch Cup, la massima competizione continentale per club (una sorta di “Champions League” del quidditch, che si terrà nella Primavera 2018 in Germania).

I bianconeri, superando le più rosee aspettative, sono riusciti ad arrivare in finale, classificandosi al secondo posto. Il cammino della squadra senese è stato tutt’altro che semplice: dopo la sconfitta iniziale con i Perugia Gryphons che si sono imposti per 140*-110 (dove l’asterisco indica la cattura del “boccino d’oro”) anche grazie alla rimarchevole fisicità dei loro cacciatori, i Ghibellines sono riusciti a superare i padroni di casa, i Milano Meneghins Quidditch, con un convincente 160*-110 ed una cattura del boccino d’oro da parte della cercatrice senese Bruttini.

I bianconeri hanno poi dovuto affrontare i Modena Manticores, formazione relativamente giovane all’interno del mondo del quidditch, ma con le idee già ben chiare: una buona prova del comparto cacciatori bianconero ha garantito la vittoria per 120-90*, nonostante la cattura avversaria del “boccino d’oro”.

La fase finale del torneo ha messo sul cammino dei ghibellini i Bologna Hinkypunks Quidditch, campioni dell’Italia centrale. Le squadre, già stremate da una giornata intensa e dalle temperature rigide, si sono date battaglia vera in campo e solo la cattura del cercatore bianconero Ruscitti ha permesso ai Ghibellines di imporsi sugli avversari con un insperato 80*-60. La penultima partita della giornata ha visto la compagine senese contrapposta ai vicecampioni d’Italia del Lunatica Quidditch Club di Brindisi.

Si è trattato di una partita incredibile, che ha visto i bianconeri sotto di venti punti fino agli ultimi istanti, quando la cattura del boccino d’oro (di nuovo ad opera del nazionale Ruscitti) ha permesso ai toscani di superare gli avversari per 110*-100 e di ottenere così l’accesso ad una finale che solo qualche giorno fa sembrava un sogno.
Nella partita conclusiva della giornata, i Ghibellines hanno incontrato la corazzata dei Green Tauros Torino Quidditch, favoriti alla vigilia: la partita non ha avuto praticamente storia ed i “torét” se la sono aggiudicata (conquistandosi la relativa qualificazione europea) per 280-90*.

I Ghibellines tornano dalla trasferta milanese senza il biglietto per l’Europa, ma con la consapevolezza di aver dato luogo ad una prestazione maiuscola: si tratta del miglior risultato della loro (giovane) storia in una competizione di rilievo nazionale, ottenuto superando squadre dalla caratura eccezionale con competizioni europee e titoli nazionali alle spalle. Adesso la squadra si gode il meritato riposo, ma lo sguardo è già rivolto in avanti ed i Ghibellines torneranno presto in campo per preparare la Coppa Italiana Quidditch, che si disputerà in Primavera a Pescara.