Il bergamotto: riscopriamo questo agrume benefico per il nostro organismo




L’agrume del genere citrus, meglio conosciuto come bergamotto, prende il nome dal turco beg armudi, ovvero pero del signore. Pur non conoscendo bene la sua esatta genesi, si può facilmente azzardare una parentela stretta con il limone e l’arancia amara. La riqualificazione di questo prodotto, nel campo alimentare e dietetico è il risultato di anni di studio e di duro lavoro da parte di esperti nutrizionisti che sin dalla fine degli anni settanta ne hanno evidenziato i valori nutrizionali e specialmente quelli benefici per l’organismo. In particolare quello che rende il bergamotto un prodotto top è dato dalla sua qualità di alimento capace di ostacolare e combattere il colesterolo cattivo che si accumula nel nostro organismo. Questo tratto distintivo ha reso il bergamotto nel corso degli ultimi anni uno degli alimenti di punta per combattere e ridurre il livello di LDL. In Calabria, dove questo agrume viene coltivato e prodotto tra la seconda metà di novembre e l’inizio di gennaio, in una specifica zona che fa parte della provincia di Reggio Calabria. Il marchio DOP del prodotto è legato a questa specifica zona. I poteri benefici del bergamotto sono principalmente contenuti nella capacità di contrastare l’azione dannosa di alcune proteine ritenute nocive e alla base di malattie cardiache. Da questo punto di vista, possiamo affermare che la saggezza popolare ha aiutato lo studio medico di questo prodotto, visto che nella zona in cui esso viene prodotto e coltivato è sempre stato considerato un frutto particolarmente pregiato, e utilizzato non solo per la realizzazione di oli essenziali e di profumi, ma anche come alimento.

Sulla catena di grande distribuzione questo prodotto rappresenta sicuramente una novità recente, almeno fuori dai confini regionali della zona di appartenenza. Quello che più conta però è il fatto che questo prodotto sia attualmente conosciuto non solo dagli studiosi e ricercatori europei, ma anche dalle università americane che ne hanno più volte lodato i benefici del bergamotto. Detto questo dovete assicurarvi che questo prodotto non venga trattato dato che si tratta di un alleato del nostro benessere. Ideale per spremute e condimenti questo prodotto calabrese, nel corso degli ultimi 15 anni è stato abbondantemente rivalutato e considerato per le sue qualità organolettiche. Il suo profumo è unico e inconfondibile, e pur all’interno degli agrumi, che già di base hanno delle specificità particolari, il bergamotto si differenzia per il suo gusto abbastanza aspro e peculiare. Per chi ama prodotti come il limone o l’arancia amara, il bergamotto potrebbe costituire una valida alternativa, tuttavia bisogna anche dire che si tratta di un alimento duttile e che è facile inserire nella vostra dieta quotidiana. Del resto il fatto stesso che venga considerato alla stregua di un medicinale è sintomatico del fatto che la sua assunzione possa essere benefica per il vostro organismo. Non solo per guarire eventuali disturbi legati al colesterolo, ma anche per la funzione di prevenzione, che oggi sia tra i giovani che tra gli adulti risulta essere il metodo più efficace per viver sani.