Ecco Smart, l’ultima frontiera del gioco sicuro

Ecco Smart, l’ultima frontiera del gioco sicuro

Big Data, tecnologia e azzardo. Un triangolo che ha come scopo la legalità e il controllo.

Quando la tecnologia incontra il gioco il risultato è sempre maggiore trasparenza e sicurezza per il giocatore, una fruizione migliore e consapevole, un controllo vero e fattivo. È quanto comprovato in questi giorni con il lancio di “Smart”, una nuova applicazione che servirà per monitorare, controllare e analizzare statisticamente la raccolta sul gioco fisico di tutto il territorio nazionale, con un’attenzione particolare per quello delle slot machine e VLT. Un dispositivo che permetterà all’agenzia delle Dogane e dei Monopoli di gestire il monitoraggio sia a livello regionale che provinciale e comunale, addirittura nel singolo quartiere.

L’app Smart, sigla che sta per Statistica e Monitoraggio della Raccolta Territoriale, è stata elaborata da Sogei, partner tecnologico dell’ADM, e ha come obiettivo quello di offrire una maggiore trasparenza e di servire come strumento di supporto ai cittadini, alle istituzioni e agli Enti locali, che attraverso di essa potranno avere sotto controllo gli orari di attivazione degli apparecchi, sottoposti a regole particolari secondo l’ultima Legge di Bilancio.

Grande soddisfazione è stata espressa da Benedetto Mineo, direttore dell’ADM che ha presentato, in commissione Finanze alla Camera, il progetto e il funzionamento dell’applicazione: “Smart consentirà anche di rappresentare l’andamento di ciascun dato nel tempo con l’elaborazione di svariate tipologie di analisi come la raccolta o la spesa del giocatore sul reddito”. Una funzionalità per ora attiva solo per le Videolottery, ma che dal 1 luglio 2019 sarà disponibile anche per le slot da remoto.

Il grande merito di Smart è quello di registrare le fasce orarie fissate dai singoli regolamenti comunali, fornendo una vera e propria cartina delle zone in cui sono collocati i punti vendita, rilevando le zone in cui si è registrato un comportamento anomalo, fuori dall’orario prestabilito. Smart quindi rappresenterà un contributo assolutamente valido sul fronte dei controlli al gioco d’azzardo illegale, fornendo alle autorità e alle istituzioni (Comuni, Provincie e Regioni) dati preziosi su punti vendita, raccolta e vincite.

È il tema, questo, della comunione tra Big Data, tecnologia e gioco. Un triangolo al cui centro c’è, ovviamente, la sicurezza del giocatore e la valorizzazione del gioco responsabile. Tale tecnologia è simile a quella usata da alcuni casinò online italiani come Gioco Digitale, che sfruttano l’elaborazione dei dati e della tecnologia per fornire supporto ad  individui con potenziali problemi di gioco, analizzare il comportamento di gioco attuale e fornire assistenza tramite lo sviluppo di strategie di auto-aiuto

 Uno degli aspetti più preziosi di Smart, infatti, è quello di evidenziare nelle mappe i cosiddetti Points of Interest: il sistema infatti controlla se le macchine da gioco sono posizionate in prossimità di luoghi sensibili e se vi sia una concentrazione maggiore ai limiti consentiti dalla legge.

Tutti i Comuni potranno accedere a questo servizio, richiedendo l’abilitazione dal 1 luglio 2019. Ad ogni singolo ente verrà consentito di programmare in maniera autonoma gli orari di funzionamento delle VLT, personalizzando gli orari di controllo a quelli previsti dal proprio regolamento.

Una grande opportunità per le amministrazioni locali per evitare qualunque forma di gioco patologico o malaffare. Continuiamo sulla via della tutela della salute pubblica e della legalità”, ha spiegato Carla Ruocco, presidente della Commissione Finanze della Camera

Smart è l’ultima frontiera, insomma, della sicurezza e sarà utilizzabile non solo per istituzioni pubbliche ma anche per quelle private. Affinché la tutela del consumatore sia veramente totale e l’accesso al gioco sempre più consapevole, legale e sicuro.