Scuola e vaccinazioni, l’assessore Tarquini: “A Siena sotto al 10% i soggetti a verifica”




Aumentano a dismisura le richieste di vaccinazioni soprattutto nella fascia di età della prima infanzia (0-6 anni): triplicate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Complice la paura che i piccoli contraggano malattie ma soprattutto la nuova legge che impone 10 vaccinazioni obbligatorie più quattro ad offerta attiva e gratuita, ma senza obbligo, da parte delle Regioni.

Siena si attesta sui numeri prospettati: “Per quanto riguarda  le scuole comunali dell’infanzia, su un totale di 589 bambini i soggetti a verifica sono 9,76%, sotto al 10%” commenta l’assessore comunale all’istruzione Tiziana Tarquini. “Dati confortanti che si allineano a quelli regionali e, secondo i primi dati forniti dalla Asl, rimarranno sostanzialmente queste le percentuali”.

Già, perché ad oggi sono disponibili i numeri relativi alle scuole per l’infanzia e non a tutte quelle comunali (ovvero elementari e medie). Tutto questo perché i tempi si sono dovuti allungare a causa della privacy sugli elenchi che le scuole avrebbero dovuto fornire alle Asl. Tuttavia, entro i primi giorni di apertura delle scuole, la Asl sarà in grado di fornire con precisione la percentuale di studenti soggetti a verifica per le vaccinazioni.

 

A livello regionale, dalle verifiche fatte dalla Asl sugli elenchi inviati dalle scuole, pari a 43.177 iscritti ai nidi e alle materne degli stessi territori della Toscana centro, per circa 7.000 bambini “sarà necessario svolgere, in collaborazione con le famiglie e i pediatri di fiducia, un approfondimento per quanto riguarda il rispettivo profilo vaccinale”. Questi bambini, si precisa, “potranno comunque frequentare nidi e materne: il dipartimento di prevenzione ha inviato alle scuole un modello di autocertificazione da compilare e le informazioni utili per contattare la Asl”.

Intanto domani sarà il primo giorno di scuola anche per i ragazzi di Siena e l’assessore invia un saluto: “Auguro un buon anno educativo ai bambini ma anche agli educatori e ai genitori. che si affronti il nuovo anno educativo nella maniera più serena possibile”.

 

 

Tanto per parlare di asili, i bambini de Lo Scarabocchio in attesa che vengano ultimati i lavori nella struttura sono tutti trasferiti all’asilo La Pimpa, a Ruffolo.

 

Intanto, ecco i nuovi servizi online, utili per le vaccinazioni:

 

Il primo, la stampa del libretto vaccinale, restituisce il dettaglio delle vaccinazioni effettuate dal cittadino. Il secondo, ai fini della Legge 119 del 31 luglio 2017, e all’obbligo vaccinale per l’iscrizione scolastica, fornisce lo specifico attestato o, in alternativa, un promemoria contenente le vaccinazioni non risultanti sul sistema regionale e l’invito a presentarsi presso il proprio centro vaccinale o il proprio pediatra per le verifiche e le azioni del caso.

L’accesso ai nuovi servizi è previsto per tutti i canali on-line già presenti per la sanità toscana, ovvero: portale regionale dei servizi on-line “Open Toscana-sezione Sanità”; totem “PuntoSI”; app mobile “SMARTSST”. Si ricorda che per usufruire di tali servizi è necessaria aver attivato la propria tessera sanitaria presso uno dei numerosi punti presenti sul territorio toscano.

Ecco nel dettaglio come accedere.

Servizio WEB
Occorre collegarsi alla specifica sezione del portale dei servizi on-line di Regione Toscana “Open Toscana” (http://servizi.toscana.it/salute.html) e, selezionato lo specifico servizio, autenticarsi tramite la propria tessera sanitaria attivata. Il servizio è già attivo.

Totem PuntoSI
Occorre recarsi presso uno dei circa 180 totem “PuntoSI” sul territorio toscano (http://www.regione.toscana.it/-/puntosi), selezionare il servizio desiderato e autenticarsi tramite tessera sanitaria attivata. Il servizio è già attivo.

App SMARTSST
Anche l’App del Servizio Sanitario Toscano SMARTSST (http://www.regione.toscana.it/-/smart-sst) si arricchisce di queste nuove funzionalità. Chi utilizza già la App, dopo il relativo aggiornamento, vedrà attivarsi due nuovi bottoni relativi ai suddetti servizi. Per chi non ha invece già installato la App, basterà accedere al proprio appStore e installare l’app “SMARTSST”, seguendo le istruzioni per la relativa attivazione. Il servizio sarà disponibile a breve.

Per vaccinarsi

Per prenotare una vaccinazione è possibile rivolgersi alla Asl competente o al pediatra di famiglia.

 

Katiuscia Vaselli