Un ritorno al medioevo con la ‘Disfida della Val d’Elsa’




Atmosfere medievali, mercatini degli artigiani, i giullari e giochi di guerra arrivano a riportare la Fortezza Medicea di Poggibonsi indietro nel tempo, sabato 4 giugno con la “Disfida della Val d’Elsa”.

Grande attesa per la “Disfida della Val d’Elsa”, il torneo che sabato 4 giugno vedrà fronteggiarsi i cavalieri di Monteriggioni e Poggibonsi per festeggiare “Il giorno di Poggio Imperiale” al Cassero della Fortezza Medicea e che sarà il clou di una giornata ricca di eventi, con i più famosi gruppi storici provenienti da tutta Italia. Una giornata intera, dal mattino fino al tramonto, da vivere nelle atmosfere dei tornei medievali, i giochi di guerra con torri d’assedio, la preparazione e l’attesa del confronto “lancia in resta” dei cavalieri in armatura, fino al torneo e alla proclamazione dei vincitori.

Un’anfora smaltata decorata in bruno manganese e verde ramina colma di birra è il premio che verrà consegnato al miglior cavaliere, opera di un artigiano valdelsano ed offerta dall’Associazione “Commercio & Turismo” di Siena. Gli ideatori dell’archeodromo di Poggibonsi, premiato come miglior museo open air italiano del 2015, ci porteranno all’interno del Trecento con un torneo cavalleresco nella Piazza d’Armi della Fortezza di Poggio Imperiale.

71aa45cd-dd22-4c10-a99a-7d9b7a62270f

Sarà una festa didattica, filologicamente rigorosa e nello stesso tempo affascinante. La location si presta perfettamente per un’esperienza immersiva, la Piazza d’Armi di Poggio Imperiale, infatti, è un grande prato rialzato che si affaccia su paesaggi incontaminati punteggiati da pievi e castelli con, sullo sfondo, le colline del Chianti.

Per ricreare il pathos realistico che animava le giostre dell’epoca, i cavalieri si fronteggeranno sotto le insegne di due comuni diversi. I cavalieri sono della “Compagnia dell’Aquila Bianca”, attiva a Napoli e Firenze e capitanata da Roberto Cinquegrana, è stata la prima a portare in Italia la disciplina del Jousting (giostra in armatura ad impatto pieno). I cavalieri si cimenteranno in attività didattiche sulla cavalleria rivolte al pubblico. il gruppo storico Agresto e il corpo dei Tamburini in rappresentanza del popolo di Monteriggioni e della festa medievale più antica d’Italia, faranno il loro ingresso al Cassero di Poggibonsi nel pomeriggio. Sarà presente anche “Corte XIII Secolo”, l’associazione di rievocatori che unisce i più qualificati gruppi storici del tredicesimo secolo del nord Italia.

Anche il “Mercato degli artigiani fra XIII e XIV secolo”, offre un parterre di grande rilievo con la cottura di panigacci nei testi di ceramica, la cucitura-tessitura, la tintura delle stoffe, la falegnameria, la lavorazione del cuoio (Correggiaio), la spezieria-erboristeria, la produzione di candele, l’arte fabbrile.  Ci sarà  inoltre una postazione dove saranno presentati gli autentici giochi medievali da tavolo.  Presenti anche il banco del “Monetiere” che farà dimostrazioni di coniatura di monete, il banco del produttore di miele e della produzione di cesti, l’Orafo e il “Cartaio”, il “Cambia valute”.

Completa il mercato, la bottega di un maestro pittore del XIII secolo, realizzata da Laboratorio di Pittura iconografica di Poggibonsi. Si tratta di un gruppo di artisti specializzati nel riprodurre il linguaggio delle preziosissime icone e le tecniche pittoriche medievali.

La ricca giornata di Poggio Imperiale si conclude con una grande cena animata e narrata nella splendida cornice della Piazza d’Armi del Cassero (su prenotazione).

Il costo del biglietto è di 5 euro per la mattina (10.30-14.30) e di 8 euro per il pomeriggio (15.30 – 19.30) quando si svolge il torneo, i bambini fino a 12 anni entrano gratis.
E’ già possibile acquistare i biglietti on line collegandosi alla pagina web: www.politeama.info/disfida-della-valdelsa.htm

La cena narrata è alle 20.30 solo su prenotazione (entro venerdì 3 giugno) al costo di 27 euro. Informazioni e prenotazioni sulla cena scrivendo all’indirizzo [email protected], oppure telefonando a 338-7390950.