12000 presenze alla Festa della Musica di Chianciano Terme




Circa 4000 persone sabato sera hanno pacificamente invaso il Parco Fucoli per l’edizione 2013 della festa della Musica, la manifestazione organizzata dai 120 volontari del Collettivo Fabrica che negli anni si è imposta come uno dei festival ad ingresso gratuito più seguiti del territorio.

Sul palco nomi importanti del panorama musicale indipendente italiano ed internazionale, dal soulman americano Cody ChesnuTT al trio torinese dei Motel Connection, che complessivamente, nei cinque giorni della Festa, hanno richiamato più di 12000 presenze nella cittadina termale.

Un bel successo per il Collettivo Fabrica e per Chianciano che conferma anche la bontà della scelta, fatta lo scorso anno, di allestire l’area della Festa nel Parco Fucoli un luogo molto prestigioso e soprattutto molto adatto per ritagliare singoli spazi in cui poter ascoltare musica, oppure mangiare tranquillamente o visitare le bancarelle. Una formula che ha permesso di attirare un pubblico molto variegato, che va dai giovanissimi alle famiglie.

Praticamente tutta la cittadina ha contribuito, in vesti diverse, alla buona riuscita dell’evento: dai volontari del Collettivo che lavorano 12 mesi all’anno per allestire la Festa, dalle attività che l’hanno sponsorizzata fino alle volontarie che hanno gestito il ristorante a filiera corta. Persone di età diversa che credono in una manifestazione che sta facendo conoscere la città di Chianciano ad un pubblico nuovo, per lo più molto giovane, e in contesti nuovi, come quello della musica indipendente.

Tra i momenti da incorniciare di questa quattordicesima edizione c’è sicuramente la serata di apertura che ha visto alternarsi sul palco talenti musicali del territorio, con un impegno particolare dell’istituto di musica Bonaventura Somma che ha partecipato con la sua Small Big Band accompagnata, per l’occasione, da Dario Cecchini. Un omaggio alle origini della Festa della Musica che, nata per offrire uno spazio ai talenti locali, oggi è in grado di offrire una vetrina importante sia alle realtà emergenti che ai nomi più affermati.

Una scommessa vinta e al tempo stesso un’opportunità su cui continuare a scommettere ed investire; le istituzioni locali, dal comune di Chianciano Terme alla Provincia di Siena, negli ultimi anni hanno dimostrato grande attenzione nei confronti della Festa della Musica; per farla crescere ulteriormente c’è bisogno di altrettanta attenzione, di impegno e di passione, nei confronti della musica e nei confronti di Chianciano Terme.